Borsa: Europa ferma a meta' seduta, guarda a Covid e valuta stretta Fed - Il Sole 24 ORE

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

Borsa: Europa ferma a meta' seduta, guarda a Covid e valuta stretta Fed. (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 10 gen - Mattinata dominata dalla prudenza per le Borse europee, che fanno i conti con la diffusione della pandemia di Covid e con la prospettiva di un rialzo dei tassi piu' rapido del previsto da parte della Federal Reserve.

Male anche Amplifon (-2,94%), mentre Leonardo (+2,56%) approfitta della decisione del governo di stanziare 2 miliardi per il programma Tempest. (Il Sole 24 ORE)

Ne parlano anche altri giornali

Petrolio in ribasso nei due listini di riferimento: ii Wti scambia a 82,2 dollari al barile, il Brent è a quota 84,3. Prevista un'apertura piuttosto piatta ma leggermente sotto la parità per le piazze europee, in una giornata in cui i mercati globali proveranno a digerire il picco dell'inflazione degli Stati Uniti. (Milano Finanza)

Fuori dal paniere principale prosegue la corsa della Popolare di Sondrio (+3%) che potrebbe essere l'ulteriore tassello del terzo polo bancario. Lo spread tra Btp e Bund è a elastico e si riavvicina ai 134 punti con il rendimento del decennale italiano all'1,28 per cento (Tiscali.it)

LA FED CONFERMA I RIALZI DEI TASSI. Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ieri al Senato Usa ha confermato per quest’anno tre rialzi dei tassi, come già annunciato nelle scorse settimane. (Investing.com)

Lieve aumento per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un rialzo dello 0,38%. Sul mercato valutario, stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,136. (ilmessaggero.it)

Sessione debole per l', che scambia con un calo dello 0,35%. Ieri, il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha confermato tre rialzi dei tassi di interesse, per quest'anno, come atteso.Sul mercato valutario, stabile l', che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,136. (Teleborsa)

Sotto la lente le parole, davanti al Congresso, di Jerome Powell, presidente della Federal Reserve (Fed). In attesa del dato sull'inflazione americana, che secondo il consenso di Reuters aumenterà al 7% su base annua, anche in Cina è stato reso noto oggi l'indice dei prezzi al consumo (Yahoo Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr