Licenziamenti settore auto, dopo GKN tocca a Timken

Licenziamenti settore auto, dopo GKN tocca a Timken
FormulaPassion.it ECONOMIA

Continua a preoccupare la situazione licenziamenti che sta coinvolgendo il settore automotive, uno dei più colpiti dalla crisi e sopratutto dalla transizione verso la nuova mobilità.

“È la terza multinazionale dell’automotive che chiude senza neanche l’utilizzo degli ammortizzatori sociali” ha avvertito la leader Fiom Francesca Re David che ha ribadito come “l’auto è quella più impattata dalla transizione. (FormulaPassion.it)

Ne parlano anche altre testate

Lo riferiscono in una nota congiunta Simone Marinelli, coordinatore nazionale automotive, e Antonio Ghirardi, segretario generale Fiom-Cgil Brescia. La viceministra Alessandra Todde ha assicurato che a breve sarà aperto un confronto al Mise sulla vicenda Timken: "Sono a conoscenza che i 106 lavoratori sono in presidio permanente. (La Repubblica)

È un paesino di 10mila anime in provincia di Brescia a dare il via alla stagione delle vertenze lavorative dopo lo sblocco dei licenziamenti dell'epoca Covid. A Villa Carcina si respira a pieni polmoni lo sconforto che regna tra gli operai della Timken, stabilimento specializzato nella produzione di cuscinetti a rulli per il mercato ferroviario e automotive. (ilGiornale.it)

L’Italia non può essere una terra di conquista finché è utile per poi delocalizzare selvaggiamente. “Un’altra multinazionale procede a licenziamenti in modo brutale e inaccettabile. (Bsnews.it)

La Timken annuncia la chiusura del suo stabilimento nel Bresciano: licenziati 106 dipendenti

Indetto un presidio. Dopo l'annuncio della chiusura dello stabilimento i lavoratori hanno subito indetto un presidio all'esterno dell'azienda, che si occupa della costruzione di cuscinetti a rotolamento, acciai legati e relativi componenti. (Sky Tg24 )

E invece «con quattro righe di comunicato - commenta Gianvito Vultaggio, operaio da 24 anni - decidono di lasciare sul lastrico decine di famiglie. Nessun preavviso, nessun segnale di crisi. (Brescia Oggi)

I licenziamenti annunciati con un comunicato. "L'azienda ci ha chiamati per un incontro urgente – spiega a Fanpage.it Elena Duina tra i referenti della Fiom Cgil di Brescia -. La Timken annuncia la chiusura del suo stabilimento nel Bresciano: licenziati 106 dipendenti La Timken Company chiuderà lo stabilimento di Villa Carcina, comune in provincia di Brescia, e lascerà a casa 106 dipendenti. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr