Ischia serve il ko ad affittanze a nero, bici, monopattini e sacchetto selvaggio

Il Dispari Quotidiano ECONOMIA

E’ questa la base con cui abbiamo pensato al nostro pacchetto di ordinanze per rafforzare l’ordine pubblico e la sicurezza al territorio.

Già da 3 settimane abbiamo fatto interventi mirati soprattutto nel centro di Ischia e di Ischia Ponte per quanto riguarda l’utilizzo di bici e monopattini elettrici.

Ieri mattina abbiamo iniziato a controllare le affittanze estive, nelle settimane scorse abbiamo iniziato a controllare i nostri centri storici. (Il Dispari Quotidiano)

Ne parlano anche altre testate

La mobilità cittadina, a livello di monopattini elettrici ed e-bike, sta pian piano prendendo piede in Italia diventando per molti quasi l’abitudine per muoversi in maniera semplice e anche più economica rispetto ad auto o motorini. (QuattroMania)

Erano circa le 4 del mattino quando un passante ha visto un ragazzo a terra in Viale Vespucci a Lido di Classe. Stava tornando da Milano Marittima dopo aver trascorso una serata con gli amici. (Moto.it)

Insomma, il Bike Park Bardonecchia vi aspetta per vivere un’esperienza diversa dal solito sulle strade bianche ed i sentieri offerti dal nostro meraviglioso territorio Ottima anche la frenata e la stabilità, grazie alle ruote di ampio diametro e al battistrada tassellato. (ValsusaOggi)

I monopattini dovranno essere disponibili all’utilizzo secondo lo schema a flusso libero “one way”, ovvero con la possibilità di rilasciare il dispositivo in un punto diverso da quello del prelievo, e dovranno essere messi a disposizione nell’intero perimetro del centro abitato di Quartu Sant’Elena. (Casteddu Online)

Iter amministrativo in cui sono state audite le imprese leader del settore che hanno illustrato le caratteristiche del servizio. L’amministrazione Falcomatà punta sulla mobilità a basso impatto ambientale per ridurre l'inquinamento e promuovere la sostenibilità. (Gazzetta del Sud - Edizione Reggio Calabria)

Nei prossimi giorni si saprà con certezza se il progetto si potrà concretizzare e l’eventuale modalità con la quale i cittadini, su base volontaria, potranno recarsi nei punti prestabiliti per sottoporsi allo screening gratuito Quartu Sant’Elena – Screening della popolazione, l’idea è di due postazioni in città dove poter effettuare test antigenici rapidi: stanziati dall’amministrazione comunale 30 mila euro. (Casteddu Online)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr