Dakar, i verdetti: Al-Attiyah trionfa tra le auto per la quarta volta. Nelle moto bis di Sunderland

Dakar, i verdetti: Al-Attiyah trionfa tra le auto per la quarta volta. Nelle moto bis di Sunderland
La Repubblica SPORT

Il principe Al-Attiyah ha gestito al meglio l'enorme vantaggio, chiudendo 19° e concedendo più di cinque minuti al grande rivale Loeb, secondo nella generale con un distacco di 27'46".

A trionfare è il 32enne britannico Sam Sunderland, secondo sigillo in carriera dopo il successo nel 2017.

Sam Sunderland portato in trionfo (ansa). La seconda volta di Sunderland. Se nelle auto non c'è stata storia dall'inizio alla fine, l'edizione delle moto invece è stata molto più combattuta. (La Repubblica)

Su altre fonti

La miglior Dakar di Loeb. Nella categoria Light Prototypes la vittoria è andata a Chaleco Lopez, riuscito a conquistare il successo finale senza aver mai vinto nessuna tappa. (Quattroruote)

DAKAR 2022. Terzo, a 1h01’13” chiude l’eroe di casa, Yazeed Al Rajhi con la Toyota davanti all’altro Hunter dell’argentino Orlando Terranova. (La Gazzetta dello Sport)

^ TAPPA A NTANILLA. Il vincitore del Rally Dakar 2022 tra le moto è il britannico Sam Sunderland, che trionfa per la seconda volta dopo il successo del 2017 in Sudamerica e regala la prima affermazione al marchio Gas Gas. (Il Sussidiario.net)

Dakar: A Sainz la penultima tappa tra le auto, Al-Attiyah solido al comando. Nelle moto Sunderland si prende …

Per il pilota della Toyota Gazoo Racing è il primo trionfo in Arabia Saudita, al termine di un’edizione che si presentava molto equilibrata e lo è stato fino alla fine, come affermato dallo stesso qatariota. (OA Sport)

Per il team Bahrain Raid Xtreme Nani Roma è quinto di tappa davanti alla prima Toyota Hilux ufficiale, quella di Giniel De Villiers. Lucio Álvarez (Toyota Overdrive) e Nani Roma (BRX) hanno primeggiato nella classifica del mondiale di rally-raid intascando rispettivamente 5 e 4 punti (HDmotori)

Moto, Sunderland passa al comando. Per il pilota dell'Audi è il secondo successo in questa edizione e il 41/o in assoluto, mentre per la casa tedesca, all'esordio nella corsa con una vettura ibrida, è il quarto. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr