Fabbri va all'attacco di Lamorgese: “Preoccupante vuoto istituzionale” | estense.com Ferrara

Fabbri va all'attacco di Lamorgese: “Preoccupante vuoto istituzionale” | estense.com Ferrara
Estense.com INTERNO

E arriva dal sindaco Alan Fabbri.

C’è sconcerto e preoccupazione: i sindaci sono in prima linea ma hanno assoluta necessità di poter contare sulla piena collaborazione di un ministro all’altezza”.

“Sui temi della sicurezza e dell’immigrazione – dice il primo cittadino estense – stiamo assistendo a episodi allarmanti, da quanto accaduto a Rimini alla vicenda assurda del rave di Viterbo, che denunciano un preoccupante vuoto istituzionale, la mancanza di un presidio, l’assenza di progettualità. (Estense.com)

Su altre testate

Anche tra le forze che sostengono il governo, però, si alza il grido di allarme. E da Chieti ha attaccato la responsabile del Viminale, Luciana Lamorgese definendola «incapace». (il Giornale)

Nel frattempo sono emersi nuovi dettagli sulla fuga di Smhuel Peleg che ha sottratto il piccolo di 6 anni alla tutrice legale, la zia paterna Aya Biran. Un accadimento gravissimo per cui la Procura di Pavia ha deciso di indagare l'uomo con l'accusa di sequestro di persona aggravato. (Liberoquotidiano.it)

Lo dice il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese in merito all’accoltellamento ieri sera a Rimini di 5 persone da parte di un cittadino di origine somale. (Corriere della Sera)

Lega, nessuna rottura tra Luca Zaia e Matteo Salvini: ma ecco cosa succede tra i due leader

Le varianti di un virus possono infatti nascere a causa della pressione esercitata dalla risposta immunitaria, dai farmaci o dai vaccini 4:02) alla conduttrice Myrta Merlino di fare «informazione corretta» sulla pandemia, sostenendo che «le varianti nascono come reazione al vaccino». (Pagella Politica)

Matteo Salvini, leader della Lega , lancia un appello alla politica sull’argomento del distretto europeo delle scienze della vita: “A Siena può esserci un polo mondiale, non italiano”. Con il ministro de turismo Garavaglia le città termali, che erano state dimenticate nella prima fase del covid, hanno ottenuto sostegni. (Siena News)

I tre sono il diapason del ceto produttivo, delle aziende del nord, tutti pro vaccino; mentre, statisticamente è al sud che abbondano i No Vax e i gazebo per la raccolta firme rimangono semideserti. Che magari sarà meno urlata e meno fascinosa di quella dei No Vax e di Instagram, ma è la vera anima della Lega (Liberoquotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr