Su Generali i soci cercano un accordo

Su Generali i soci cercano un accordo
il Giornale ECONOMIA

Uno schema manageriale, che taglia fuori i grandi soci e che, se passasse, costringerebbe Del Vecchio e Caltagirone, che in Generali hanno entrambi quote vicine al 5%, a stare solo a guardare.

Per questo è da escludere che il prossimo 2 agosto, il cda di Generali convocato per approvare la semestrale venga chiamato a decidere anche sulla lista del cda

Meglio sarebbe lasciare le cose come stanno e presentare al mercato più liste dei gradi soci. (il Giornale)

La notizia riportata su altri media

Leonardo Del Vecchio sale al 19% di Mediobanca, a un passo dalla soglia massima del 19,99% per la quale ha ricevuto l’autorizzazione della Bce. Ieri ha Delfin ha acquistato ulteriori 31 milioni di azioni, pari al 3,5%, salendo così a sfiorare il 19% complessivo. (Corriere della Sera)

Non a caso, nell’eventualità di operazioni straordinarie sulla compagnia triestina, il governo ha in mano poteri speciali da esercitare se si manifesta un grave pregiudizio per la nazione. (Il Fatto Quotidiano)

Da settembre entrerà infatti nel vivo la partita per le nomine nelle Generali di cui Piazzetta Cuccia è primo socio con il 13%. Proprio quando Caltagirone potrebbe salire al 5% di Mediobanca e, al fianco di Del Vecchio, realizzare una sorta di minoranza di blocco in Piazzetta Cuccia (Il Sole 24 ORE)

Azioni Mediobanca brillano a Piazza Affari, Del Vecchio e Caltagirone salgono nel capitale

Per questo la mossa di ieri di Caltagirone è interpretata come un altro movimento del pressing portato avanti su Mediobanca in chiave Generali. Il 2 agosto, infine, il consiglio delle Generali (dove Caltagirone è vicepresidente e Del Vecchio è rappresentato da Romolo Bardin), nel quale Galateri potrebbe mettere ai voti la lista del cda (ilGiornale.it)

Inoltre la presenza sempre più forte di Caltagirone e Del vecchio in Mediobanca ha lo scopo di influenzare sempre di più le decisioni che piazzetta Cuccia deve prendere su Generali, dove detiene quasi il 13%. (la Repubblica)

Azioni Mediobanca in focus, Del Vecchio e Caltagirone muovono i fili. Nel dettaglio, Del Vecchio, numero uno di EssilorLuxottica, è arrivato al 19% di Mediobanca, e cioè a un passo dalla soglia limite del 19,99% per cui ha ricevuto espressa autorizzazione dalla BCE. (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr