Classi meno numerose, Zanella si unisce ai genitori che protestano con la Pat: ''Bisesti faccia un passo indietro. Questo sarebbe investire nella scuola''

Classi meno numerose, Zanella si unisce ai genitori che protestano con la Pat: ''Bisesti faccia un passo indietro. Questo sarebbe investire nella scuola''
il Dolomiti INTERNO

“Comprendiamo che questo intervento abbia portato ad una maggiore spesa da parte delle casse pubbliche – ha spiegato il consigliere provinciale Zanella – ma è un investimento anche dal punto di vista educativo.

Ora interviene anche il consigliere provinciale di Futura: “ Gli alunni non sono dei pacchi postali se vogliamo investire nella scuola cogliamo questa occasione”. TRENTO.

( L'ARTICOLO). (il Dolomiti)

La notizia riportata su altre testate

Il dato è di Tuttoscuola, che ha calcolato i rientri considerando che resta in zona rossa solo la Val d’Aosta. Intanto somministrate 20.755.863 dosi di vaccino in Italia: dopo gli over65 si allarga la platea e arriverà anche il turno delle scuole. (LaPresse)

Come Fratelli d’Italia siamo stati i primi ad andare lì e a dire di tenere giù le mani dai bambini; e sempre come Fratelli d’Italia abbiamo promesso che saremmo stati gli ultimi ad andarcene. Continuiamo a chiedere che la commissione d’inchiesta sugli affidi e le case famiglia che è stata votata dal parlamento ben nove mesi fa inizi subito a lavorare”. (LaPresse)

In zona rossa cambia poco: soltanto le superiori ammetteranno in classe da metà a tre quarti degli studenti in elenco. Perché in alcune scuole, poche, per carenza di locali non sarà possibile accogliere il 70 per cento di studenti. (La Repubblica)

Infanzia, elementare e media: tutte le scuole del paese fanno i conti con il covid

E’ risultato positivo al tampone molecolare di un alunno della quinta elementare della scuola di Loiri. Nuovo caso di coronavirus a Loiri. (Gallura Oggi)

In particolare, sono state chiuse le classi le classi 1^, 2^, 3^ e 5^ elementare del plesso di Raito: lo ha disposto il Comune di Vietri sul Mare, dopo aver accertato l’aumento dei casi di alunni positivi al Covid19. (Positanonews)

Dopo Edolo (coinvolte classi in quasi tutte le scuole, anche nei paesi confinanti) e Montichiari (nella materna della Fondazione Principessa Mafalda, che è stata chiusa del tutto), le scuole di un altro Comune bresciano devono fare i conti con la chiusura forzata di numerose classi, e la messa in quarantena di centinaia di ragazzi. (BresciaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr