L’Italia si ferma: sciopero generale nazionale. A rischio trasporti, scuole e uffici pubblici

Il Primato Nazionale INTERNO

Roma, 11 ott – L’Italia si ferma: sciopero generale nazionale, a rischio per 24 ore, scuole, uffici pubblici e soprattutto trasporti.

Potenziamento del trasporto pubblico, invertendo la privatizzazione/aziendalizzazione degli ultimi decenni.

Ma a preoccupare sono subito i trasporti pubblici locali: lo sciopero creerà non pochi disagi per i cittadini.

A Napoli, servizi di trasporto pubblico garantiti nelle fasce 5.30-8-30 e 17-20

Disagi nelle città. (Il Primato Nazionale)

Su altri media

In Amt Genova Servizio Provinciale, il servizio per le persone portatrici di handicap/anziani sarà garantito nei servizi convenzionati a loro dedicati; verranno altresì garantiti i servizi di noleggio e/o servizi aggiuntivi solo se prenotati prima della proclamazione dello sciopero stesso. (GenovaToday)

La tenuta del servizio si giocherà su questo equilibrio: tra quanti saranno i «no pass» assenti, e se basteranno i riservisti a colmare i buchi Di fatto nel giro di qualche giorno tutti dovrebbero essere controllati. (Corriere Milano)

Una parte dei manifestanti, maggiormente legata alle tematiche dei No Green pass e guidate dai Cub, ha scelto di dividersi dal corteo principale e sta sfilando sotto la principale arteria genovese, la Sopraelevata, dove invece si trovano gli altri manifestanti. (Open)

In piazza Cobas, Usb e Cub, oltre a un gruppo di no green pass e alcuni esponenti dei centri sociali. “Se mancano le case, se sei disoccupato, la colpa è del padrone e non dell’immigrato” è un altro dei cori scandito dai manifestanti (LaPresse)

Aggiornamenti. Ore 12:30. Il corteo è rimasto diviso: una parte ha percorso corso Saffi, l’altra via San Lorenzo e poi via XX. Traffico sempre più in tilt. Il Collettivo Portuali annuncia che dal 15 ottobre (giornata di introduzione dell’obbligatorietà di green pass) bloccheranno la città. (GenovaQuotidiana)

Sono oltre mille i partecipanti al corteo indetto da Cobas e Cub Usb per l’odierno sciopero generale, che stanno sfilando per il centro di Torino. Il corteo partito dalla stazione di Porta Nuova attraverserà le vie del centro città dell’ambito dello sciopero generale contro il governo (Gazzetta di Parma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr