Nations League, la Francia campione (di non si sa bene cosa) e il vero motivo dietro la nuova competizione: i…

Il Fatto Quotidiano SPORT

Sportivamente parlando la Nations League non ha senso, perché è uno strano doppione degli Europei ma senza né fascino né tradizione.

È difficile trovare un titolo da assegnare alla Francia, che si è aggiudicata questa seconda edizione della Nations League battendo in finale la Spagna per 2-1.

Come dimostra la Nations League

L’inutile Nations League ha reso la grande Uefa ancora più grande.

La Nations League è una delle ultime operazioni della Uefa, e, bisogna dirlo, una delle più indovinate. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altre testate

All'Allianz Stadium, si sa, vincere è l'unica cosa che conta, scrive Il Messaggero. Così l'Italia batte il Belgio nella finalina e si piazza al 3° posto nella Nations League. (Tutto Napoli)

Nel finale a segno De Ketelaere. Con due reti nel secondo tempo l’Italia conquista l’ultimo posto del podio della Nations League. Un risultato che regala a Mancini il terzo posto in Nations League e, soprattutto, la soddisfazione di aver ritrovato sprazzi dell’Italia migliore anche senza titolari importanti (Forza Parma)

La sbloccano gli uomini di Luis Enrique, con Oyarzabal che sfrutta un indecisione della difesa transalpina al 64’. Mancio: "Se non fossimo stati in dieci con la Spagna.". Ma sono già scoppiate feroci polemiche da parte degli spagnoli dopo il ko nella finale di Nations League contro i galletti (Corriere dell'Umbria)

Non parlo delle scelte arbitrali". UEFA Nations League Martinez: "Battere l'Italia per il ranking Il secondo gol di Mbappé è stato un colpo al nostro morale. (Eurosport IT)

Una squadra, quella di Roberto Mancini, che ha fatto vedere cose buone e altre meno buone che serviranno sicuramente come spunto per il futuro. E’ anche per questo che Mancini abbia cercato un ruolo alternativo con vari giocatori proposti nel ruolo falso nueve (OA Sport)

Nella ripresa emozioni nel giro di pochi minuti: traversa di Theo Hernandez al 18’ e sul rovesciamento dell’azione iberici avanti con Oyarzabal con un sinistro in diagonale. Ritmi alti nella prima mezz’ora, ma in particolare nel primo tempo, portieri praticamente non impegnati. (Calcio Casteddu)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr