L'Aifa lancia l'allerta su un farmaco: 'Non usatelo assolutamente per curare il Covid..'

Centro Meteo italiano SALUTE

Anzi, secondo lo stesso parere l’uso di questo farmaco rappresenta “ un potenziale pericolo per la salute delle persone”.

In un parere espresso dal Comitato Tecnico Scientifico, si precisa che non esistono evidenze scientifiche che dimostrerebbero l’efficacia di questo farmaco per combattere il Covid.

I pericoli legati all’uso di farmaci non autorizzati. Fra l’altro il comitato tecnico scientifico ha anche evidenziato come questo farmaco non è mai stato consentito neanche per l’uso nell’ambito delle sperimentazioni cliniche. (Centro Meteo italiano)

Su altre testate

Nella fascia di età compresa fra 12 e 19 anni, alla data del 26/08/2021 sono pervenute 838 segnalazioni di sospetto evento avverso su un totale di 3.798.938 dosi somministrate, con un tasso di segnalazione di 22 eventi avversi ogni 100.000 dosi somministrate. (Silenzi e Falsità)

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato E sulla terza dose chiarisce che “abbiamo individuato due popolazioni ben diverse tra loro, gli immunodepressi, che rappresentano una parte della più vasta popolazione dei fragili, e la popolazione generale. (Yahoo Notizie)

Terza dose vaccino Covid, strada appare tracciata. Andando a riassumere quelli che sono stati alcuni punti di vista scientifici, ed anche istituzionali, la situazione in relazione ad una possibile terza dose appare ormai chiara. (Ultim'ora News)

Nel periodo considerato sono pervenute 91.360 segnalazioni di reazioni avverse su un totale di 76.509.846 dosi somministrate (tasso di segnalazione di 119 ogni 100.000 dosi), di cui l’86,1% riferite a eventi non gravi, come dolore in sede di iniezione, febbre, astenia/stanchezza, dolori muscolari. (Policymakermag)

La distribuzione per tipologia degli eventi avversi non è sostanzialmente diversa da quella osservata per tutte le altre classi di età Comirnaty è il vaccino attualmente più utilizzato nella campagna vaccinale italiana (71%), seguito da Vaxzevria (16%), Spikevax (11%) e COVID-19 Vaccino Janssen (2%). (ladigetto.it)

In altre parole se, fino al 26 luglio, solo il 2,4% (7 casi) delle segnalazioni di decesso valu­tale con l’algoritmo era ritenuta correlabile, ora, in sole 4 settimane, si aggiungono 7 casi su 102, cioè circa il 7%. (Telemia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr