Omicidio Voghera, un video mostra l’assessore aggredito dalla vittima

Omicidio Voghera, un video mostra l’assessore aggredito dalla vittima
Sky Tg24 INTERNO

Soccorso dagli operatori del 118 alle 22.17, il ferito è stato trasportato in codice rosso al pronto soccorso dell'ospedale di Voghera (Pavia).

Le sue condizioni, che all'inizio non sembravano preoccupanti, si sono aggravate rapidamente sino alla morte avvenuta nella notte in ospedale

Subito dopo si vede Adriatici che si rialza e viene avvicinato da un paio di persone.

Il video. Il filmato mostra l'assessore cadere a terra, ma non il momento in cui spara alla vittima. (Sky Tg24 )

La notizia riportata su altre testate

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Capri, precipita un mini-bus turistico: un morto e dei feriti gravi. FORSE TI INTERESSA ANCHE > > > Covid Italia, scontro tra Draghi e le Regioni: le richieste del premier. (Inews24)

Le immagini mostrano l’assessore cadere a terra, ma non il momento in cui spara alla vittima. (Fatti e avvenimenti)

Da quanto si è saputo da fonti giudiziarie, le immagini riprese da una telecamera di sorveglianza mostrano il 39enne marocchino raggiungere alle spalle l’assessore e sferrargli un pugno su un orecchio, facendolo cadere a terra. (LaPresse)

Voghera, il video della vittima che colpisce l’assessore leghista

C’è il video di una telecamera di sorveglianza negli atti dell’inchiesta sulla morte di Youns El Boussetaoui, il 39enne cittadino marocchino, ucciso martedì sera dopo essere stato colpito con un colpo di pistola da Massimo Adriatici, assessore alla Sicurezza del Comune di Voghera ed esponente della Lega. (Yahoo Notizie)

Un video di una telecamera di sorveglianza negli atti dell’inchiesta sulla morte di Youns El Boussetaoui, il 39enne cittadino marocchino, ucciso martedì sera dopo essere stato colpito con un colpo di pistola da Massimo Adriatici, assessore alla Sicurezza del Comune di Voghera ed esponente della Lega. (L'Occhio)

“Altro che far west, a Voghera si fa strada l’ipotesi della legittima difesa“, aveva dichiarato ieri Matteo Salvini. Non si parla di uno sceriffo che va in giro a sparare, ma di un eccesso colposo di legittima difesa“ (Newsby)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr