Versatile, esperto e trattabile: sarà Nandez il dopo Hakimi all'Inter?

La Gazzetta dello Sport SPORT

Ci sono situazioni che sembravano delineate verso una cessione ma che possono nascondere sorprese: Joaquin Correa è un esempio.

E i rapporti tra le due società possono agevolare la trattativa. Il calciomercato ha sempre novità, ben oltre i problemi di bilancio che assillano tutti.

L'uruguaiano può giocare a tutta fascia e anche da centrocampista.

C’è chi deve andare a prescindere: Kluivert ha la valigia pronta, Muriqi potrebbe lasciare la Lazio, Meité saluta il Torino per andare al Benfica, Tomiyasu aspetta un altro rilancio del Tottenham visto che l’Atalanta ora si è defilata

(La Gazzetta dello Sport)

La notizia riportata su altri giornali

«Se parte, il Cagliari perderebbe un giocatore importante, con lui una squadra aumenta la qualità. Il giocatore è legato al Cagliari e si sente alla perfezione in quell’ambiente» (Cagliari News 24)

Il difensore ha concluso l’operazione prima ancora di giocare Lugano-Inter: l’affare non è comunque in discussione. Per lui però non ci sono né contrattempi né tantomeno problemi: si unirà al gruppo dei sardi a breve (domani, salvo sorprese). (Inter-News)

LEGGI ANCHE > > > Inter, nuovo scambio con Spalletti: spunta l’idea. Inter, Nandez obiettivo concreto. Nahitan Nandez è l’obiettivo concreto per il centrocampo dell’Inter Si sta per chiudere un affare che, in un primo momento, sembrava impossibile. (DirettaGoal)

Dalbert dall’Inter al Cagliari non è più un trasferimento possibile, ma già certo. Sul trasferimento di Dalbert, quindi, dubbi non ce ne sono più: si attende solo l’annuncio ufficiale (Inter-News)

Nandez si avvicina all’Inter e grazie a Dalbert, che nelle prossime ore diventerà anche ufficialmente un nuovo giocatore del Cagliari. Sull’uruguayano ne parla Riccardo Re di Sky Sport: «C’è stato un primo colloquio, comunque proficuo. (Inter-News)

Nahitan Nandez e l’Inter, una storia nata addirittura tre anni fa: era il 29 giugno 2018 quando vi svelammo il forte gradimento del club nerazzurro, con Piero Ausilio che lo stimava fin dai tempi del Penarol quando neanche era maggiorenne. (alfredopedulla.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr