La Giustizia in Dante e la giustizia nei nostri giorni: continuità o discontinuità?

La Giustizia in Dante e la giustizia nei nostri giorni: continuità o discontinuità?
La Voce del Patriota CULTURA E SPETTACOLO

[9]Gianfranco Maglio, Ordine e giustizia in Dante, Il percorso filosofico e teologico, 2015, CEDAM Editore, pag. 87 e ss.

E il viaggio che Dante racconta nella Divina Commedia è la perfetta raffigurazione dell’itinerario che conduce l’uomo dalla giustizia umana alla giustizia divina, e cioè dal peccato alla redenzione.

[14]Angel Rodriguez Luno, Diritto positivo, Diritto naturale e giustizia oggi, 2003, articolo pubblicato sul sito internet www. (La Voce del Patriota)

La notizia riportata su altri media

La presentazione, che si terrà online domenica 11 aprile, vedrà la partecipazione di Matteo Palumbo, docente di Letteratura Italiana presso l’Università di Napoli, e sarà accompagnata da una serie di letture sceniche di passi tratti dalla Divina Commedia, tenute dagli attori Fabrizio Ferracane e Teresa Saponangelo. (politicamentecorretto.com)

L'opera che l'artista Daria Palotti sta realizzando a Caprona non piace a qualcuno, che però ha pensato bene di non metterci la faccia. VICOPISANO — Vista la ricorrenza dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, che giovanissimo combatté a Caprona nel 1289, il Comune di Vicopisano ha affidato all'artista Daria Palotti la realizzazione di un murale dedicato al Sommo Poeta, anche su suggerimento di alcuni capronesi, su un muro lungo la Sp2 Vicarese. (Qui News Pisa)

Dante risponde di non esser lui, Niccolò si presenta, ed esprime una profezia sul futuro ingresso nell’Inferno di Bonifacio e di papa Clemente V. E qui il Poeta parla con Niccolò III che inizialmente crede — essendo i dannati in grado di comprendere il futuro — che lui sia un nuovo arrivato: papa Bonifacio. (Corriere della Sera)

Villar Dora: incontro con Dante Alighieri tra messaggi e segreti della Divina Commedia

La pandemia, del resto, ha messo in evidenza numerose criticità, rendendo ancora più determinante e prioritario il tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. È il simbolo scelto dalla UIL Nazionale per lanciare la campagna “Zero morti sul lavoro”. (LaPresse)

La pandemia, del resto, ha messo in evidenza numerose criticità, rendendo ancora più determinante e prioritario il tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. È il simbolo scelto dalla UIL Nazionale per lanciare la campagna “Zero morti sul lavoro”. (LaPresse)

Appena passato il Dante dì Villar Dora è protagonista. L’appuntamento è alle ore 21 per la diretta sulla pagina Facebook del comune di Villar Dora: https://www. (http://www.lagendanews.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr