“Chi se ne frega di Cdu o Spd: in Germania conta solo la Merkel”

“Chi se ne frega di Cdu o Spd: in Germania conta solo la Merkel”
Il Fatto Quotidiano ESTERI

Due euro per il sorriso di un turista attempato.

Nella città della Cancelliera non si rassegnano alla fine del suo mandato: “Resti altri quattro anni”. Davanti al Comune c’è un chiosco di gelati alla spina.

Il proprietario infila una cartuccia alla fragola nella grossa macchina d’acciaio e spilla una crema rossastra sul cono.

Sven parla appoggiato alla sua sputagelati, è nato e […]

“I miei genitori sono stati sposati da padre Merkel”. (Il Fatto Quotidiano)

Su altre testate

Innanzitutto sulle spalle del “ministro-Presidente” della Renania poggia tutto il peso dell’eredità della Cancelliera uscente e soprattutto una evidente e consapevole incapacità di essere all’altezza. La sfida è sicuramente ancora aperta ma è evidente che qualcosa stia cambiando nella politica tedesca, a cominciare dai rapporti di forza. (Il Fatto Quotidiano)

Adenauer e l’economia sociale di mercato. Il “padre della patria” della Repubblica Federale, Konrad Adenauer, inaugurò la serie di leadership forti della Germania guidando la nazione dal 1949 al 1963. Sul fronte economico, Adenauer istituzionalizzò il modello dell’economia sociale di mercato come terza via tra comunismo e liberismo. (InsideOver)

A due settimane dalle elezioni federali in Germania, dando credito ai sondaggi (sui quali grava comunque l’imprevedibilità di una incerta fase di transizione), emergono una conferma e due sorprese. Se Merkel era comunque riuscita a conservare il consenso degli elettori promettendo stabilità e un (Il Manifesto)

Germania, i socialdemocratici allungano a due settimane dal voto. Stasera il dibattito tra i leader

Ovviamente, la mazzata fiscale colpirà tutti i settori interessati, facendo lievitare sia i costi di produzione industriali che i prezzi finali. Un rincaro monstre, dovuto all’aumento, ritenuto inevitabile, della componente fiscale legata alla decarbonizzazione, imposta dal Green Deal ai 27 paesi Ue. (Startmag Web magazine)

Si tratta certamente di un passaggio di grande rilievo storico: Angela Merkel ha governato per 16 anni il più importante e popoloso Paese dell’Unione Europea, di cui è stata la leader più forte, anche in conseguenza della continuità e dell’autorevolezza della sua presenza. (Il Messaggero)

I conservatori hanno puntato molto su questo weekend per invertire il trend, con il Parteitag della Csu che ieri ha visto ricompattarsi cristiano-sociali e cristiano-democratici. Si punta anche sull’atteso dibattito a tre di stasera in prime time, il secondo Triell televisivo, dove si scontreranno il socialdemocratico Scholz, Laschet e Baerbock (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr