Michel annuncia l’appoggio dell’Ue al nuovo governo della Libia

La Stampa INTERNO

L'Unione Europea ha chiesto l'uscita di tutte le forze e mercenari straniere dalla Libia, descrivendola come una «precondizione» per un ritorno alla stabilità nel paese dilaniato dalla guerra.

Il governo ha lo scopo di guidare il paese fino alle elezioni generali del 24 dicembre.

In una conferenza stampa a Tripoli, il presidente del Consiglio dell'Ue Charles Michel ha descritto la nomina di un governo di transizione all'inizio di quest'anno come un «momento storico». (La Stampa)

Se ne è parlato anche su altri media

Milano, 6 apr. (LaPresse) – “Se non la vediamo come una speranza di continuità aziendale, sicuramente la visita oggi a Tripoli del Presidente del Consiglio Mario Draghi rappresenta per noi un nuovo capitolo dei rapporti tra l’Italia e la Libia”. (LaPresse)

Obiettivo: il ritorno della leadership italiana per la stabilità politica del Paese nordafricano, ma anche una serie di memorandum d’intesa con priorità a investimenti economici e a cooperazione sanitaria anti-Covid Il premier vedrà a Tripoli il suo omologo libico Dabaiba. (Corriere TV)

Così il premier, Mario Draghi, nelle dichiarazioni congiunte al termine dell’incontro con il primo ministro libico, Abdel Hamid Mohamed Dabaiba Roma, 6 apr. (LaPresse)

Mario Draghi a Tripoli con un mandato «atlantista» | il manifesto

Il piano potrebbe far parte del processo di “riavvicinamento” tra Roma e Tripoli e gli architetti tripolini lo definiscono “un gesto d’amore per la città”. Chi vuole recuperare l’eredità degli architetti italiani che operarono a Tripoli, insomma, non può non fare i conti con il clima che si è creato nel Paese da dieci anni a questa parte. (Sputnik Italia)

L’Italia aiuterà la Libia a fare riforme economiche che inizino ad affrontare la situazione sociale ed economica deteriorata fortemente” ”È chiaro - ha spiegato il presidente del Consiglio - che l’Italia difende in Libia i propri interessi internazionali e la cooperazione. (L'HuffPost)

Nel menù di Draghi ci sono diverse materie, servite nell’immancabile salsa di “green”: gas, petrolio, appalti (Il Manifesto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr