Green pass, ecco il venerdì nero. Porti, Tir e manifestazioni: cosa succede e dove

Green pass, ecco il venerdì nero. Porti, Tir e manifestazioni: cosa succede e dove
QUOTIDIANO NAZIONALE INTERNO

Il presidente dell'Autorità portuale di Trieste, Zeno D'Agostino, ha detto che se questo dovesse accadere, si dimetterà.

"Se - ha aggiunto Nivoi - sulla gestione del tampone le aziende non accolgono proposte, impugneremo questa decisione, non sulla base di posizioni no vax o no green pass, ma sulla base della sicurezza dei lavoratori".

Secondo i dati Confetra, il 30% dei padroncini (autotrasportatori proprietari di uno o più mezzi, ndr) e l'80% degli autisti stranieri è sprovvisto del Green pass riconosciuto in Italia (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Ne parlano anche altri media

Il programma ufficializzato dal comitato prevede il raduno di un migliaio di persone (secondo gli orgnizzatori) in piazzale Chiavris (lato parco Brun). Il Comitato spontaneo “Costituzione in azione” ha comunicato agli organi istituzionali (Questura, Prefettura, Comune di Udine e Polizia municipale) il percorso della manifestazione contro il green pass che si terrà venerdì 15 ottobre dalle 11 alle 15, nell’ambito dello sciopero nazionale. (Il Messaggero Veneto)

Sono due le azioni di protesta organizzate nei prossimi giorni a Ravenna. Tra i promotori della doppia iniziativa c'è anche Samantha Comizzoli, già candidata sindaco di Ravenna nel 2011 per la lista Ravenna Punto a capo (RavennaToday)

Anche la Fiap, Federazione italiana autotrasportatori professionisti, rimarca che “gli effetti negativi per le imprese di trasporto e logistica ricadranno soprattutto sulla collettività”. Per ora, nonostante uno scenario da incubo, dalla presidenza del Consiglio arrivano segnali di tranquillità: non ci aspetta il caos, non si temono paralisi della logistica e supermercati vuoti (Il Riformista)

No green pass, timori per manifestazioni di venerdì e sabato: caccia alle chat segrete

L'unico appuntamento già fissato per le prossime 24 ore è fuori dall'aeroporto di Linate, dalle 15, per un presidio indetto dalla sigla sindacale Usb. Sarà un fine settimana di possibile tensione a Milano, che con ogni probabilità si troverà a fare nuovamente i conti con le proteste dei no green pass. (MilanoToday.it)

Intanto però le forze dell’ordine continuano a monitorare il web, e più in generale le chat e i social, per intercettare eventuali movimenti di persone che potrebbero arrivare in massa nella Capitale Attese forse anche più delle mille persone annunciate nei giorni scorsi, per la prima iniziativa di protesta dopo gli scontri di piazza di sabato scorso. (Corriere Roma)

Perché rimane un mistero come sabato scorso a Roma siano arrivate oltre 10 mila persone, cogliendo di sorpresa gli stessi vertici dell’ordine pubblico che se ne aspettavano meno. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr