Mafia, estorsioni e truffe all’Inps: colpito il clan Santapaola tra Paternò e Belpasso NOMI FOTO VIDEO

Mafia, estorsioni e truffe all’Inps: colpito il clan Santapaola tra Paternò e Belpasso NOMI FOTO VIDEO
Gazzettinonline INTERNO

l sodalizio mafioso operante in Paternò, e già facente capo ad Alleruzzo Giuseppe cl.

TRAFFICO DI DROGA ED ESTORSIONI. L’indagine, come anticipato, ha permesso anche di disarticolare tre diverse associazioni per delinquere finalizzate al traffico di stupefacenti.

Il Giudice per le indagini preliminari ha applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di:

Sulla scorta delle sentenze passate in giudicato sopra menzionate, risultava giudiziariamente accertata l’esistenza di un clan mafioso operante in Paternò, diretto e organizzato nel tempo dalle famiglie Alleruzzo, Assinnata e Amantea (Gazzettinonline)

Ne parlano anche altri giornali

Dalle indagini emergevano anche i contributi al sodalizio mafioso da parte di imprenditori di Paternò con condotte volte a favorire consapevolmente le illecite attività del clan. (Tele Video Adrano)

Pietro Grasso: una vita dedicata all’antimafia. La prima indagine di mafia seguita da Grasso fu quella inerente al delitto Mattarella. Stories di mafia: gli episodi. Tra le Stories già narrate, sul profilo Instagram troviamo “La prima vera strage di mafia”, quella di Portella della Ginestra, del 1° maggio 1947. (Younipa - il blog dell'Università degli Studi di Palermo)

E inoltre dalle intercettazioni è emerso che il clan di Paternò alleato ai “Santapaola-Ercolano”, aè composto da tre anime: Alleruzzo, Assinnata e Amantea Ricostruita grazie all’inchiesta Sotto Scacco, coordinata dai pm Andrea Bonomo e Giuseppe Sturiale, l’organigramma dei clan di Paternò e Belpasso (Livesicilia.it)

Droga, racket e truffe Inps: così la mafia controllava gli affari a Paternò e Belpasso

Nel corso delle indagini è stato anche documentato un ulteriore canale di finanziamento delle casse del clan: l’indebita percezione dell'indennità di disoccupazione agricola Durante alcuni summit mafiosi continuava ad impartire ordini e direttive per la gestione degli affari del clan. (CataniaToday)

Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catania, hanno consentito di ricostruire gli organigrammi dei gruppi mafiosi della famiglia Santapaola-Ercolano stanziati sul territorio della provincia etnea, in particolare a Paternò e Belpasso, nonchè di individuare le varie attività illecite poste in essere dai sodali: non solo un fiorente traffico di stupefacenti, in particolare marjuana e cocaina, ma anche estorsioni, riciclaggio, ricettazione e una situazione di grave condizionamento del tessuto economico locale Ecco il video dell'operazione antimafia dei carabinieri di Catania "Sotto Scacco" che ha portato a quaranta arresti nelle provincie di Catania, Siracusa, Cosenza e Bologna dove i militari che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G. (La Sicilia)

Secondo diversi ‘pentiti’, ad esempio, gli spacciatori a Paternò non potevano ‘lavorare’ senza pagare una ‘tassa’ alla cosca Assinnata per potere esercitare la loro attività in una ‘piazza di spaccio’. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr