La Libia, i migranti e noi | il manifesto

La Libia, i migranti e noi | il manifesto
Il Manifesto INTERNO

Si tratta di affermazioni incredibili visto che non lontano dai luoghi in cui si è tenuto il vertice vi sono alcune delle prigioni nei quali - sono parole delle Nazioni Unite - avvengono «orrori indicibili».

Solo alcuni giorni fa Jan Kubis, inviato dell’Onu in Libia, ha riferito al Consiglio di sicurezza che «attualmente circa 3.858 migranti sono

Leggo che il Presidente del Consiglio Draghi, durante la visita in Libia, oltre ad aver variamente elogiato il governo libico per come affronta il problema dei migranti, si è addirittura complimentato per il comportamento della guardia costiera libica per quanto fa nei naufragi. (Il Manifesto)

Ne parlano anche altre testate

Il racconto della giornata di martedì 6 aprile 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Primo viaggio del premier Draghi in Libia. È durato poche ore il primo viaggio all’estero di Mario Draghi da presidente del consiglio. (Radio Popolare)

I due primi ministri, Mario Draghi e Abdul Hamid Dbeibah, passano in rassegna il drappello d’onore. A fronte dei rari «corridoi umanitari», molti osservatori invocano un deciso cambio di rotta, specie nella gestione dei centri di detenzione (Avvenire)

Draghi può giocare in Libia una partita nuova. E la sovranità della Libia potrebbe finire intrappolata in una via senza uscita se non si includono questi attori nel processo politico (Il Sussidiario.net)

Libia, la sfida di Draghi

Le polemiche non hanno tardato ad arrivare, con l'armata Brancaleone al completo indignata per la posizione del premier. Il segretario nazionale della Sinistra italiana, Nicola Fratoianni, ha commentato: «Draghi esprime soddisfazione per il lavoro della Libia sui salvataggi? (ilGiornale.it)

“Draghi esprime soddisfazione per il lavoro della Libia sui salvataggi? “Il momento è unico per ricostruire quella che è stata un’antica amicizia”, ha ribattuto Draghi. (LA NOTIZIA)

Un sfida nel corso della quale Draghi, l’Italia e l’Eni non potranno limitarsi a perseguire gli interessi nazionali, o quelli dell’asse atlantico, ma dovranno inevitabilmente dimostrare di saper dialogare con tutti i protagonisti del complesso mosaico libico Filippo Attili Incontro tra il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, e il Primo Ministro Abdelhamid Dabaiba. (Sputnik Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr