Australian Open, Djokovic, giorno 11: tutti gli aggiornamenti dall'Australia sul caso del numero 1 del mondo

Australian Open, Djokovic, giorno 11: tutti gli aggiornamenti dall'Australia sul caso del numero 1 del mondo
Eurosport.it INTERNO

7.22 - Spunta un passaporto diplomatico. Secondo Sky Australia, un passaporto diplomatico rilasciato a Novak Djokovic 11 anni fa potrebbe essere la chiave per evitare l'espulsione dall'Australia

8.15 - Si prepara l'appello. Gli avvocati di Djokovic ovviamente stanno già preparando l'appello contro la decisione del ministro dell'Immigrazione Alex Hawke.

Il ministro dell'Immigrazione Alex Hawke ha usato il suo potere personale per annullare il visto di Novak Djokovic. (Eurosport.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Djokovic aveva però vinto il ricorso: "Non si è vaccinato perché ha preso il Covid il 16 dicembre", argomentavano i suoi avvocati Djokovic, non vaccinato contro il Covid, era entrato in Australia contravvenendo alle regole del governo che in pandemia accetta solo stranieri immunizzati. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Nel caso in cui Djokovic dovesse essere escluso dagli Australian Open il suo posto verrebbe occupato da Rublev I legali delle parti hanno convenuto sull'opportunità di optare per un luogo sconosciuto per la detenzione del tennista serbo, in modo da evitare il "circo mediatico". (Today.it)

La strategia difensiva dei legali è fondata su un vizio di fondo: lo vogliono fuori dal Paese perché temono il potenziale impulso al sentimento anti vaccini che potrebbe deflagrare in caso di vittoria in sede giudiziale. (Sport Fanpage)

Djokovic, ci risiamo: visto revocato, già annunciato il ricorso

Djokovic in Australia, cosa succede ora. I legali di Djokovic hanno predisposto un ricorso immediato. L’unica speranza che ha il tennista serbo è che il suo ricorso venga accolto in tempi rapidi. (Money.it)

Dalle ore 09:00 di domenica (le ore 23:00 italiane) il numero uno sarà nei suoi studi legali per l’udienza in tribunale. Djokovic, McNamee polemico sullo slittamento della decisione. Si sta portando decisamente per le lunghe la faccenda burrascosa che vede coinvolto in prima persona il numero 1 del mondo Novak Djokovic (Tennis World Italia)

Djokovic, che non potrà essere rimpatriato fino alla fine del procedimento, sarà portato in una struttura per persone irregolari come il Park Hotel dove è rimasto durante la discussione del primo ricorso Christopher Tran, principale legale per il governo nel primo procedimento, oggi compare come secondo di Stephen Lloyd. (SuperTennis)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr