Norvegia, 5 morti e 2 feriti nell'attacco con arco

Norvegia, 5 morti e 2 feriti nell'attacco con arco
Ticinonews.ch INTERNO

Diversi quartieri vicini alla zona dell’attacco sono stati quindi isolati con transenne mentre sul posto è arrivata anche una squadra di artificieri.

Al momento non si esclude l’ipotesi dell’attentato terroristico, anche se secondo gli inquirenti è ancora troppo presto per affermarlo.

Il bilancio è di cinque morti, tra cui un agente colpito alla schiena, e due feriti.

Un uomo ha fatto strage ieri sera a Kongsberg, nel sud-est della Norvegia: armato di arco e frecce, ha iniziato a prendere di mira i passanti in diverse zone della cittadina. (Ticinonews.ch)

Ne parlano anche altri media

Di nazionalità danese, ha vissuto sempre a Kongsberg ed era noto agli inquirenti. Qui il suo volto in un video (Corriere TV)

La polizia aveva fatto sapere di aver fermato un sospetto e ha poi ufficializzato che è l’autore della strage: si tratta di un 37enne danese chiamato sui social Rainer Winklarson ma al momento non si ha certezza che questo sia il suo vero nome perché la polizia ancora non ha diffuso le generalità. (Ck12 Giornale)

«Ma le indagini determineranno con maggiore chiarezza quali sono state le motivazioni», si legge in un comunicato dei servizi di sicurezza. Lo hanno detto i servizi di sicurezza che al momento non hanno alzato il livello di allerta nel Paese. (Il Giornale di Vicenza)

Norvegia, il killer di Kongsberg affidato ai servizi sanitari

È stato condannato alla pena massima prevista in Norvegia: 21 anni, estendibili solo se il carcerato non mostra di essere stato “rieducato”. Imbracciano pistole e fucili soltanto se servono, cioè quando devono catturare criminali armati, come l’altra sera. (L'HuffPost)

Il primo ministro norvegese incaricato, Jonas Gahr Stre, ha definito l’attacco “un atto crudele e brutale”. È un danese 37enne l’uomo che ieri armato di arco e frecce ha ucciso cinque persone, ferendone altre due, a Kongsberg, a 70 chilometri a sud di Oslo, in Norvegia, seminando il panico tra la popolazione. (Il Fatto Quotidiano)

di Marta Serafini. Per il momento niente carcere per il 37enne che ha ucciso cinque persone con arco e frecce. Inoltre, non c’è nulla che suggerisca che ci sia stata una situazione che abbia scatenato l’attacco nel negozio», ha aggiunto. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr