Cnr, il 2022 potrebbe essere l'anno più caldo di sempre

Cnr, il 2022 potrebbe essere l'anno più caldo di sempre
Altri dettagli:
ilmessaggero.it INTERNO

È quanto è emerso dai dati pubblicati dall'Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Isac-Cnr).

(Teleborsa) - I primi sette mesi proiettano il 2022 come l'anno più caldo di sempre.

"Se il 2022 finisse adesso sarebbe l'anno più caldo di sempre", ha affermato all'ANSA Michele Brunetti dell' Isac-Cnr.

Accanto alle temperature ben sopra la media storica, gli ultimi mesi si sono caratterizzati anche per la straordinaria assenza di pioggia

"Luglio 2022 si registra come il secondo luglio più caldo da quando vengono realizzate le misurazioni, secondo solo al 2003, così come lo sono stati anche maggio e giugno", ha aggiunto Brunetti. (ilmessaggero.it)

Su altri giornali

Nessun record, ma un'ulteriore implacabile ascesa del caldo: ieri la massima, come previsto, è salita ancora, toccando i 38,4 gradi, seconda in questa infuocata estate 2022 soltanto ai 38,7 del 15 luglio scorso. (Gazzetta di Parma)

Cnr: "Ad oggi il 2022 è l'anno più caldo di sempre, a luglio +2,26 gradi rispetto alla media italiana". Roma - I dati dell'analisi condotta dall'Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima e dal Consiglio nazionale delle ricerche sui primi sette mesi (Tuscia Web)

Luglio, appena concluso, ha fatto registrare un +2,26°C sopra la media italiana dal 1800 (da quando vengono rilevati i dati) ad oggi e nel complesso i primi 7 mesi dell'anno fanno registrare un +0,98°C. (3bmeteo)

Italia: il 2022 è l'anno più arido di sempre

Al Centro Italia l'anomalia di luglio 2022 è stata di +1.58°C contro i +2.33°C del luglio 2015, quindi di 0.75°C in meno, il secondo luglio più caldo dopo quello del 2015. (3bmeteo)

"L'anno più caldo dal 1800". “Luglio 2022 è dunque secondo solo al 2003, così come lo sono stati anche maggio e giugno", ha spiegato ancora Brunetti che ha analizzato le temperature di questi primi sette mesi. (la Repubblica)

«Abbiamo un -46% di precipitazione cumulata da inizio anno a fine luglio per l'Italia rispetto agli accumuli medi sul trentennio 1991-2020. Con precipitazioni quasi dimezzate (-46% delle precipitazioni cumulate), il 2022 in Italia è ad oggi l'anno più siccitoso di sempre cioè dal 1800, da quando vengono rilevati i dati a livello nazionale. (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr