Smog e sforamenti, Legambiente Avellino presenta le iniziative

Smog e sforamenti, Legambiente Avellino presenta le iniziative
Ottopagine INTERNO

Il circolo Legambiente Avellino – Alveare, in collaborazione con altre sette realtà irpine, ha deciso di organizzare una kermesse di eventi dedicata all’ecologia e alla sensibilizzazione sul tema della tutela ambientale.

Chi verrà in bicicletta alla struttura di Corso Umberto I ad Avellino.

Smog e sforamenti, Legambiente Avellino presenta le iniziative Questa mattina al Casino del Principe la presentazione del cartellone. (Ottopagine)

Ne parlano anche altri media

Perché l'aria inquinata ci costa prima di tutto in salute, ma potrebbe pesare anche nel bilancio nazionale, essendo aperte nei confronti dell'Italia tre procedure di infrazione della Commissione Europea, tutte per inquinamento atmosferico. (VeronaSera)

Nei primi 9 mesi di quest'anno (i dati sono aggiornati al 6 settembre) Torino per ora è arrivata a 34 sforamenti. "In realtà — spiega Angelo Robotto, direttore generale dell'Arpa — nel 2020, nonostante i lockdown, a settembre c’erano già stati 47 sforamenti". (La Repubblica)

Polveri sottili e pessima qualità dell’aria: Verona veste la maglia nera, è la peggiore di tutta Italia. E tutto il Veneto ne esce massacrato: seguono a ruota Vicenza con 40 giorni oltre i limiti massimi previsti, Treviso con 38 e Padova e Rovigo con 35 giorni di sforamento al 6 settembre 2021. (L'Arena)

Report Mal'aria di Legambiente: solo Torino è peggio delle città venete in quanto a inquinamento da smog

Il report di Legambiente», conclude Tosi», conferma che il problema smog riguarda tutta la pianura padana, ma la soluzione non sono blocchi del traffico, mobility day e lo stop agli Euro 4» La peggiore in tutta Italia, con 41 giorni di sforamento del limite massimo di 50 microgrammi al metro cubo, per quanto riguarda l'inquinamento da polveri sottili. (L'Arena)

Per accelerare la transizione ecologica e avviare l’Italia ‘verso l’inquinamento zero’, per l’associazione sarà “fondamentale realizzare insieme sia provvedimenti urgenti che riforme e opere strutturali“ (Rinnovabili)

Infatti, le morti premature sono solo la punta dell’iceberg del problema sanitario connesso con l’inquinamento atmosferico Nel 2020 sono 60 le città italiane (il 62% del campione analizzato) che hanno fatto registrare(µg/mc) di polveri sottili rispetto a quanto indicato dall’OMS. (Il Mattino di Padova)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr