Coronavirus. Posti esauriti nelle terapie intensive dell'ospedale di Montebelluna

Coronavirus. Posti esauriti nelle terapie intensive dell'ospedale di Montebelluna
ilgazzettino.it INTERNO

«Siamo al massimo», ha confermato Marco Cadamuro Morgante, il direttore del San Valentino.

In caso di altre situazioni gravi, si dovrà per forza fare riferimento alla Rianimazione dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso.

(TREVISO) - La Terapia intensiva dell'ospedale di Montebelluna è al tutto esaurito.

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati

Nei 9 posti letto disponibili ci sono altrettanti pazienti intubati che stanno combattendo contro il Covid. (ilgazzettino.it)

Ne parlano anche altri giornali

“Il fatto di essere sostanzialmente rientrati sotto le soglie di allarme non può che confortarci sul seguire questa strada” dichiara a La Presse il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio. Alcuni importanti centri come Celano, Pescina restano in zona rossa. (LaPresse)

Sono 14 le regioni italiane che alle 18.30 del 3 aprile sono oltre la soglia critica per l'occupazione delle terapie intensive da Covid. In Abruzzo la situazione migliora ma il dato è pari al 33%, quindi ancora oltre il limite considerato critico per le occupazioni di posti nei reparti di terapia intensiva. (IlPescara)

La percentuale di positivi è al 7,18%. Nelle ultime 24 ore si registrano 18.025 nuovi positivi, a fronte di 250.933 tamponi effettuati. (Sky Tg24 )

Terapie intensive «sorvegliate speciali»: in Lombardia saturazione al 60%

La percentuale media nazionale di occupazione dei posti letto da parte di pazienti Covid nelle rianimazioni è al 41% (con lievissime oscillazioni nell'ultima settimana), ovvero ben 11 punti percentuali oltre la soglia critica fissata al 30% dal ministero della Salute, come certificano gli ultimi dati dell'Agenzia per i servizi sanitari (Agenas), aggiornati alle 18.35 di oggi. (Adnkronos)

Nelle ultime due settimane l'età media dei casi di Covid-19 in Italia è infatti scesa a 46 anni, spiega l'Istituto superiore di Sanità, che riporta i dati di sorveglianza aggiornati al 31 marzo. Scende l'età media dei contagi da coronavirus in Italia e i reparti di terapia intensiva si trovano ancora sotto pressione in 14 Regioni e province autonome. (Adnkronos)

Silvio Brusaferro, nel corso della conferenza stampa settimanale di venerdì è stato molto netto: «I ricoveri sono ancora in crescita e destano preoccupazione i dati di saturazione al 41% di pazienti Covid delle terapie intensive. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr