La road map asiatica di Russia e Cina sull'Afghanistan

InsideOver ESTERI

Le priorità di Pechino. Come ha sottolineato Asia Times, il ministro cinese Wang Yi ha presentato una road map di base al suo omologo afghano, Mohammad Haneef Atmar.

Allo stesso tempo, anche la Russia guarda con certo interesse all’evolversi della situazione afghana.

Dal momento che la maggior parte degli interessi geopolitici di Cina e Russia in relazione al caos afghano coincidono, era lecito aspettarsi una cooperazione sino-russa per sbloccare un contesto pericolosissimo. (InsideOver)

La notizia riportata su altre testate

L’abbandono delle truppe alleate non è novità degli ultimi giorni. Gli accordi di Doha del 2020 hanno sancito l’abbandono dell’Afghanistan da parte delle forze militari alleate: ci erano arrivate dopo l’attacco alle Torri Gemelle del 2001 e avevano sconfitto i talebani sul proprio campo. (Il Cittadino)

Ma Islamabad mette in dubbio la sua versione e ipotizza un complotto dell'India. Dietro la vicenda, i rapporti sempre più tesi tra i due Paesi, mentre su Kabul marciano i Talebani (La Repubblica)

Già 17 dei 19 distretti della provincia di Herat (quella che si trovava sotto il controllo italo-tedesco) sarebbero caduti in mano talebana Segue il commento dell’articolista: «È difficile per l’Occidente trasformare la questione dello Xinjiang in motivo di contesa fra i talebani e Pechino (Tempi.it)

Diversi alti funzionari, tra cui Abdullah Abdullah - capo del consiglio governativo, che supervisiona il processo di pace, ed ex capo dell'esecutivo - sono coinvolti nei colloqui di Doha. Le truppe straniere sono presenti in Afghanistan da quasi due decenni, ma negli ultimi mesi è cominciato il disimpegno. (Euronews Italiano)

Gli effetti della ritirata degli Stati Uniti dall’Afghanistan sono ben illustrati nella intervista del Sussidiario a Marco Lombardi, e non lasciano ben sperare. L’Afghanistan è in Asia e non ha attaccato gli Stati Uniti, ma i talebani, dopo l’11 settembre 2001, rifiutarono di consegnare Osama bin Laden a Washington. (Il Sussidiario.net)

Le avventure di Frodo e della Compagnia dell'Anello sul grande schermo in 4K. Era il 2001 quando la “La Compagnia dell’Anello” apparve per la prima volta sul grande schermo. Dal 22 al 26 luglio, arriverà al cinema “Il Signore degli Anelli – La Compagnia dell’Anello”, primo film della trilogia, vincitore di quattro premi Oscar. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr