Il dolore di Monica Sandri: «Venti anni di lavoro e speranze in Afghanistan, tutto perduto»

Il dolore di Monica Sandri: «Venti anni di lavoro e speranze in Afghanistan, tutto perduto»
Più informazioni:
ilgazzettino.it ESTERI

«Ricordo che non c’erano macchine per strada.

Monica Sandri, rodigina, ha fatto.

Ma non l’avevano distrutta i talebani, l’avevano distrutta i signori della guerra - rappresentanti di varie tribù in conflitto - che da una collina all’altra si davano battaglia per la conquista di Kabul dopo l’uscita dei Russi dal paese.

Le strade erano vuote, Kabul era una città totalmente distrutta.

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati

(ilgazzettino.it)

Se ne è parlato anche su altri media

«E' un momento importante, un giorno di speranza», ha detto all’Afp un dipendente dell’aeroporto di Kabul Ieri un portavoce della Pia aveva confermato che questo primo volo verso Kabul, precisando tuttavia che la compagnia aerea sta ancora lavorando a ristabilire la regolarità della tratta. (Gazzetta del Sud)

Era fine agosto quando migliaia di afghani, si riversarono alle porte dell’aeroporto di Kabul per tentare di fuggire dal paese dopo il ritorno al potere dei taleban. pic.twitter.com/8i8FDuVHoa — Filippo Grandi (@FilippoGrandi) September 13, 2021. (La Stampa)

La bandiera, bianca con un versetto del Corano, già piazzata sul palazzo il giorno stesso della conquista della capitale, è stata issata dal primo ministro, il mullah Mohammad Hassan Akhund, ha riferito il portavoce Ahmadullah Muttaqi. (Open)

Afghanistan, la polizia in servizio all'aeroporto di Kabul accanto ai talebani

Venti anni dopo in tanti sono convinti che sia stato un complotto dello Zio Sam per occupare l'Afghanistan. La donna, indifferente alle percosse, continua a correre per poi gettarsi a terra invocando più volte il nome di «Allah» (ilGiornale.it)

Era stato chiuso dopo che alla fine d'agosto i talebani avevano ripreso il potere ad agosto, ora - come molti altri luoghi - è stato rilevato dal nuovo governo. (Repubblica TV)

I segnali di ritorno alla normalità si moltiplicano nello scalo preso d'assalto dalla gente in fuga dopo la presa del potere da parte dei talebani. Questa settimana sono decollati due voli charter operati dal Qatar con a bordo stranieri e afghani che non erano stati evacuati in un primo momento. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr