Picco Covid dei contagi, siamo vicini? Il ruolo di Omicron, i dati e gli scenari

Picco Covid dei contagi, siamo vicini? Il ruolo di Omicron, i dati e gli scenari
Corriere della Sera SALUTE

La discesa in alcuni Paesi colpiti prima Segnali di ottimismo in generale sulla possibilità del superamento dell’epidemia causata da Omicron vengono dai Paesi (o zone) che hanno avuto un’esplosione di casi Omicron prima dell’Italia.

A New York City il numero di nuovi casi Covid a è aumentato di oltre venti volte a dicembre, negli ultimi giorni si è appiattito

In Sudafrica i nuovi casi giornalieri sono diminuiti di circa il 70% rispetto al picco di metà dicembre. (Corriere della Sera)

Su altri giornali

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati La variante Omicron continua a contagiare sempre più persone. (Quotidiano di Puglia)

Già prima di Natale il direttore regionale dell’Oms Europa aveva affermato che “sulla base dei primi casi di Omicron segnalati, l’89% dei soggetti ha riportato sintomi comuni: tosse, mal di gola, febbre”. (il Resto del Carlino)

12 gennaio 2022 a. a. a. Omicron è la variante più contagiosa finora emersa. Omicron, "aperto un ospedale da hoc": il terrificante precedente in Israele, cosa ci aspetta. Nel frattempo gli esperti continuano a studiare la variante Omicron: in particolare una ricerca condotta in Giappone si è occupata del tempo necessario per raggiungere il picco di contagiosità. (LiberoQuotidiano.it)

Covid, così l'esplosione di Omicron sta rallentando

"Omicron è esplosa a partire dall'ultima decade di dicembre e da allora la curva si è impennata molto rapidamente, giorno dopo giorno - sottolinea Abrignani al Corriere della Sera - Gli esperti di modelli di crescita di un'epidemia ci dicono che salirà fino a raggiungere il picco alla fine di gennaio". (Today.it)

E il Gaslini, per liberare letti, trasferisce i pazienti non gravi in una residenza sanitaria esterna (La Repubblica)

Non nei dati inviati al Ministero, "non avendo ancora ricevuto nuove indicazioni", ma intanto per "una rappresentazione più realistica della pressione causata dal Covid sugli ospedali" Ad esempio la riapertura delle scuole, "anche se l’impressione è che non possa incidere su livelli di contagio così alto". (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr