Dad, divieto di spostamento e attività chiuse: Acquaroli firma la nuova ordinanza

Dad, divieto di spostamento e attività chiuse: Acquaroli firma la nuova ordinanza
AnconaToday INTERNO

Così il presidente della Regione Francesco Acquaroli, che nella giornata di oggi ha firmato l'ordinanza che di fatto blinda l'intera provincia di Ancona.

Per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dai codici ATECO 56.3 e 47.25 l'asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18,00.

L’ordinanza della Regione conferma inoltre sempre l'uso dell'autocertificazione riguardo alle cause giustificative dello spostamento. (AnconaToday)

Ne parlano anche altre fonti

L’ordinanza prevede dunque che nei 20 Comuni sopra citati siano applicate le seguenti misure previste dal comma 4 (a,b,c,d) dell’articolo 2, del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 gennaio 2021. (Vivere Jesi)

Aumentano i ricoveri nelle Marche, compresi quelli in terapia intensiva. I casi ospitati in strutture territoriali sono 195 (+3) mentre quelli in Pronto soccorso in attesa di ricovero 51 (+14) di cui 20 al Torrette e 12 a Marche Nord (AnconaToday)

L’ordinanza prevede dunque che nei 20 Comuni sopra citati siano applicate le seguenti misure previste dal comma 4 (a,b,c,d) dell’articolo 2, del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 gennaio 2021. (Vivere Fano)

Nuovi colori regioni: i parametri di Emilia-Romagna, Marche e Veneto

Per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dai codici ATECO 56.3 e 47.25 l'asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18,00. Il transito sui territori è consentito qualora necessario a raggiungere ulteriori territori non soggetti a restrizioni negli spostamenti o nei casi in cui gli spostamenti sono consentiti. (Vivere Senigallia)

Domani chiariremo nel dettaglio l’ordinanza:. - Divieto di spostamento (se non per motivi di lavoro, salute, studio e necessità comprovate) tra i comuni della provincia di Ancona. - Entrano in zona arancione i comuni di Ancona, Jesi, Osimo, Senigallia, Falconara Marittima, Filottrano, Staffolo, Serra de’ Conti, Polverigi, Cupramontana, Camerata Picena, Monte San Vito, Maiolati Spontini, Chiaravalle, Ostra, Loreto, Sirolo, Sassoferrato, Castelplanio e Castelfidardo. (AnconaToday)

Per questo, cambia anche la classificazione complessiva di rischio che è passata da ‘moderata’ a ‘moderata ad alta probabilità di progressione’. Veneto. Parametri stabili per il Veneto, a parte l’Rt che torna a salire: da 0.71 a 0.81, mentre quattro settimane fa aveva toccato il punto più basso con 0. (Il Resto del Carlino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr