Lucky Explorer Project, più di un progetto con 5.5 e 9.5

Lucky Explorer Project, più di un progetto con 5.5 e 9.5
Sport Mediaset SCIENZA E TECNOLOGIA

La 9.5 rappresenta invece il futuro sotto forma di una moto adventure premium basata sul nuovo motore MV Agusta 950, forte della migliore tecnologia e dello spirito racing che permeava la Elefant.

Parliamo di 5.5 e 9.5, due modelli votati al viaggio, inarrestabili e dalle ruote solide.

Il motore della 9.5 è stato sviluppato appositamente per questa moto e rappresenta la sintesi perfetta tra versatilità, potenza e peso. (Sport Mediaset)

Su altri media

Firmato da MV Agusta e ispirato all’800 a tre cilindri in linea, è nuovo nella maggior parte delle componenti La 9.5 rappresenta il futuro, sotto forma di una moto adventure premium basata sul nuovo motore MV Agusta 950, forte della migliore tecnologia e dello spirito racing che permeava la Elefant. (Motociclismo.it)

La Elefant con livrea Lucky Explorer, due volte prima sul traguardo del Lago Rosa di Dakar, è probabilmente la più celebrata protagonista del raid Lucky Explorer Project 9.5. La 9.5, invece, è basata sul nuovo motore Mv Agusta 950 e della migliore tecnologia utilizzabile. (Motoblog)

Per questo proveremo con le due moto a raccogliere l’interesse dei clienti, e credo che il progetto andrà molto bene. Il concept è la porta d’accesso a un mondo molto particolare fatto di emozioni, memorie, valori (FormulaPassion.it)

MV Agusta Lucky Explorer 5.5, la nuova Elefant in formato mini: tutte le info

Dimensioni generose (come del resto ci ha abituato la Benelli) ma la grande differenza della LXP 5.5 è nella dotazione ben più ricca rispetto al modello da cui prende vita. Perché MV Agusta vuole entrare nel mondo delle Adventure Bike ma preferisce non “sporcare” di polvere e sabbia un brand che fino ad oggi è stato sinonimo di design estremo e di eleganza quasi “da salotto”. (Red-Live)

Due moto adventure per i nostri appassionati clienti, dedicate alla libertà e alle performance di alto livello» Ci sono anche i due sommi campioni – Giacomo Agostini per la pista e per MV Agusta ed Edi Orioli per il fuoristrada e per il marchio Cagiva – a tenere a battesimo i due nuovi modelli della Schiranna. (varesenews.it)

Concepita in collaborazione con la cinese QJ Motors, la 5.5 ha nel Dna i geni della vendutissima Trk 502, ma si tratta di un progetto in tutto originale, sviluppato in base a specifiche MV Agusta: arriva anche in formato "mini", l’eredità leggendaria della mitica Cagiva Elefant. (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr