E’ morto il Premio Nobel Robert Mundell, economista architetto dell'Euro

E’ morto il Premio Nobel Robert Mundell, economista architetto dell'Euro
Più informazioni:
LA NAZIONE INTERNO

Nel 1970 Mundell è stato consulente del Comitato monetario della Commissione europea monetaria e tra il 1972 e il 1973 ha fatto parte del Gruppo dei Nove per l'Unione economica e monetaria in Europa.

Monteriggioni (Siena), 5 aprile 2021 - L'economista canadese Robert Alexander Mundell, Premio Nobel per l'economia, annoverato tra gli ispiratori teorici dell'Unione monetaria europea e uno degli architetti dell'Euro, è morto all'età di 88 anni in Italia (LA NAZIONE)

Ne parlano anche altri giornali

La carriera di Robert Mundell. Nato a Kingston, nell'Ontario, il 24 ottobre 1932, dopo la laurea in economia all'Università di Washinghton, Mundell ha ottenuto il Phd al Massachusetts Institute of Tecnology di Boston e si è ulteriormente specializzato alla London School of Economics. (ilmessaggero.it)

Nel 1999 vinse il Nobel per l'economia. Robert Mundell è spirato nella sua casa nelle colline Senesi. (Toscana Media News)

Mundell è deceduto la mattina di Pasqua, nella sua villa di Santa Colomba, una frazione del Comune di Monteriggioni, in provincia di Siena. E' stato consigliere di istituzioni internazionali quali il Fondo Monetario Internazionale, la Banca Mondiale e la Commissione Europea. (IL GIORNO)

Robert Mundell e l’euro: come l’idea di un economista ha cambiato tutto

E' morto a 88 anni nella sua villa di Santa Colomba a Monteriggioni (Siena) l'economista canadese Robert Alexander Mundell, Premio Nobel 1999, considerato tra gli ispiratori teorici dell'Unione monetaria europea e uno degli architetti dell'Euro. (La Repubblica Firenze.it)

3' di lettura. È morto a 88 anni, in Italia, l'economista canadese Robert Alexander Mundell, Premio Nobel per l'economia, annoverato tra gli ispiratori teorici dell'Unione monetaria europea e uno degli architetti dell'Euro. (Il Sole 24 ORE)

Ma tanti europei non hanno fatto l’università e così, se pensiamo all’Europa, l’Erasmus rischia di rimanere un simbolo ancora troppo elitario. Robert Mundell il giorno in cui ha ricevuto il Premio Nobel. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr