Meloni toglie Malan a Forza Italia: nel centrodestra cose da rivedere

Meloni toglie Malan a Forza Italia: nel centrodestra cose da rivedere
Altri dettagli:
Corriere della Sera INTERNO

Mentre Salvini continua a dirsi certo che l’unità del centrodestra non possa venir meno «per un membro del Cda Rai», in FI è gelo totale

Nessuno ha lavorato in questi anni come FdI per l’unità della coalizione ma per fare le cose bene serve lealtà e rispetto reciproco».

Sicuramente nel centrodestra ci sono molte cose da chiarire. Da Fratelli d’Italia avevano avvertito nei giorni scorsi: «In tanti nel centrodestra ormai guardano a noi. (Corriere della Sera)

Su altri media

Meloni: “Nel Centrodestra ci sono cose da chiarire”. È il segno che più di qualcosa non va. Anche se molto dipenderà da quanto in questi mesi la matassa della coalizione si sia ingarbugliata (LaPresse)

“Ho scelto questa nuova strada perché c’è troppa poca differenza con il governo giallo-rosso – ha continuato – Un esempio il fatto di dover sostenere il reddito di Cittadinanza a discapito degli assegni familiari. (Il Fatto Quotidiano)

«Non mi sento più di sostenere con il mio voto questo governo - ha detto il senatore spiegando le ragioni del suo passaggio da Forza Italia a Fratelli d'Italia - «Sicuramente non si può dubitare sulla volontà di Fratelli d'Italia di stare all'interno del centrodestra. (DiariodelWeb.it)

Lucio Malan lascia Forza Italia per approdare in Fratelli d'Italia

Il dilemma che si presenta al centrodestra è lo stesso di inizio 2021: una volta approvato il (potenziale) sindaco di Muggia alla Lega, Fratelli d’Italia chiederà di contare di più in una (altrettanto potenziale) giunta Dipiazza quater? Il rinvio delle elezioni ha sfilacciato i ritmi di questa campagna elettorale, ma dopo tanto temporeggiare il centrodestra ha raggiunto la quadra sul suo candidato a Muggia: sarà l’attuale vicesindaco leghista di Trieste, Paolo Polidori. (Il Piccolo)

Se settimana scorsa ha accostato i gay ai pedofili, già nel 2015 paragonò Arcigay alla mafia. Il senatore Lucio Malan cambierà nuovamente casacca. (Gayburg)

La famiglia si difende su queste cose importanti e su certi valori» ha spiegato Malan. Con la sua decisione, Malan lascia il ruolo di vice-presidente vicario dei senatori forzisti, mantenendo i ruoli di presidente del gruppo parlamentare di amicizia Italia-Israele nonché dell’inter-gruppo di amicizia Italia-Taiwan (Vita Diocesana Pinerolese)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr