Leonardo a picco in Borsa. Boeing denuncia difetti su parti del "787 Dreamliner"

Leonardo a picco in Borsa. Boeing denuncia difetti su parti del 787 Dreamliner
Borsa Italiana ECONOMIA

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi

Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

(Borsa Italiana)

La notizia riportata su altri media

Il costruttore Usa aveva confermato il difetto di fabbricazione segnalando di aver ricevuto una notifica da parte di un fornitore, senza specificare quale. Difetti di fabbricazione nelle componenti in titanio fornite alla Boeing: Leonardo crolla improvvisamente in Borsa. (IL GIORNO)

Inoltre Manufacturing Processes Specification – spiega ancora il gruppo italiano – non è più fornitore di Leonardo”. L’azienda Manufacturing Processes Specification operava a Brindisi e nel maggio 2021 è stata posta sotto sequestro preventivo a seguito di un’inchiesta della procura di Brindisi. (BrindisiOggi)

Secondo il Wall Street Journal, il difetto coinvolgerebbe alcuni componenti in titanio che sono risultati meno resistenti di quanto dovrebbero essere. uovi problemi per il Boeing 787 Dreamliner. (AGI - Agenzia Italia)

Boeing trova difetto in jet Dreamliner 787 su parti fornite da Leonardo, che rimanda a subfornitore

La Mps di Brindisi, tra l’altro, “non è più fornitore di Leonardo”. Il suddetto subfornitore - si legge ancora nel comunicato - è sotto indagine da parte della magistratura per cui Leonardo risulta parte lesa e pertanto non si assumerà potenziali oneri a riguardo». (Corriere della Sera)

Boeing, già in passato ci sono stati problemi legati alla produzione e sicurezza degli aerei. Nell vicenda è coinvolta la società Leonardo SpA, con sede in Italia, che ha fornito le parti incriminate. (QuiFinanza)

La falla qualitativa non influenzerà l'immediata sicurezza dei voli, secondo quanto riferito dall'azienda e dalla Federal Aviation Administration (Faa). Il primo ostacolo di produzione è emerso a settembre 2020, quando l'Faa ha comunicato di aver aperto un'indagine su difetti di produzione (Yahoo Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr