Quel rigore rifiutato e la sciarpa viola al collo: Baggio e Firenze, amore per sempre

Quel rigore rifiutato e la sciarpa viola al collo: Baggio e Firenze, amore per sempre
Più informazioni:
Fiorentina.it SPORT

Si: ogni volta che Baggio tocca palla, lo stadio esplode in un tuono di rancore misto a dolore.

A inizio ripresa, con l’unica giocata da campione, Baggio sguscia via in area, salta Salvatori che lo trattiene, è rigore

Così quando di fronte ai milioni di Agnelli il conte Pontello cede e lo vende alla Juventus, la città esplode.

Trent’anni fa quel Fiorentina-Juventus al Franchi che resta nella storia. (Fiorentina.it)

Su altre fonti

Finisce 1 a 0 per la Fiorentina, finisce con Roberto Baggio abbracciato dalla città intera a santificare un amore che sarà per sempre Invece che comprarsi un Klimt o un Dalì si è messo in testa di portare a Torino la tela più preziosa che il campionato di calcio espone, ovvero Roberto Baggio. (LA NAZIONE)

Dopo il suo passaggio dalla Fiorentina alla Juventus, che causò una rivolta cittadina, il 6 aprile di trent’anni fa Roby tornò a Firenze con la maglia di un altro colore. Baggio se n'era andato e si era portato dietro le ultime illusioni di un popolo vinto. (La Gazzetta dello Sport)

Ma sapevo anche che De Agostini spesso calciava di mancino incrociato a sinistra"), il tecnico della Juve di allora Gigi Maifredi ("Su quel rigore non calciato sono state scritte tante cose, la verità è quella che dico io. (Firenze Viola)

Trent’anni fa il rigore mai calciato da Baggio contro la Fiorentina, De Agostini: “Sono andato al…

Lo dovrebbe tirare proprio Baggio, che lascia a De Agostini: “Io non tiro”. Il Divin Codino giocò male, non resse l’emozione, soffocato dalla marcatura di Salvatori. (Viola News)

Oggi è il trentennale di Fiorentina-Juventus 1-0, ovvero la giornata del ritorno di Roberto Baggio a Firenze per la prima volta da avversario. Una giornata quella con tanti significati e ricca di episodi clamorosi. (fiorentinanews.com)

Domani De Agostini festeggerà il suo sessantesimo compleanno a Tricesimo, nel paesello dove è nato, a pochi chilometri da Udine. De Agostini, che è uno specialista e in carriera ha tirato e segnato rigori decisivi, questa volta sbaglia, ipnotizzato da Mareggini. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr