Era di Sonnino il carabiniere ucciso in Congo, Vittorio Iacovacci era nella scorta dell'ambasciatore Luca Attanasio | Luna Notizie - Notizie di Latina

Era di Sonnino il carabiniere ucciso in Congo, Vittorio Iacovacci era nella scorta dell'ambasciatore Luca Attanasio | Luna Notizie - Notizie di Latina
Lunanotizie INTERNO

MEDICI – Il presidente della Provincia di Latina Carlo Medici esprime il suo profondo cordoglio per la morte del carabiniere originario di Sonnino Vittorio Iacovacci, rimasto vittima dell’attentato nella Repubblica Democratica del Congo insiemer all’ambasciatore itliano Luca Attanasio.

Vittorio Iacovacci avrebbe compiuto 31 anni tra un mese e dal 2016 operava presso il battaglione Gorizia.

– Non era alla sua prima missione il Carabiniere 31enne Vittorio Iacovacci originario di Sonnino morto oggi in Congo nell’attacco costato la vita anche all’ambasciatore italiano Luca Attanasio. (Lunanotizie)

Su altri giornali

«Elogiando la presenza capillare degli italiani in Congo ha detto che questa raggiunge l’’ultimo miglio’: mi ha colpito perché è la stessa definizione che usiamo in Avsi (Corriere della Sera)

La comunità di Sonnino straziata dal dolore si stringe attorno alla famiglia del militare. (LaPresse) A Capocroce, all’ingresso della villetta dove vive la famiglia Iacovacci è continuo il viavai di parenti e amici. (LaPresse)

Una fonte diplomatica a Kinshasa ha rivelato che la terza vittima dell’attacco nella provincia orientale del Nord-Kivu è un autista. (Qdpnews)

Chi era Vittorio Iacovacci, il carabiniere morto in Congo per difendere l’ambasciatore

Vittorio Iacovacci, il carabiniere morto in un attacco in Congo assieme all'ambasciatore Luca Attanasio e all'autista, era fidanzato e stava programmando le nozze per questa estate. Congo, si chiamava Vittorio Iacovacci il carabiniere morto nell'attacco terroristico: era di Latina. (Il Messaggero)

Alla Farnesina viene assegnato alla direzione per gli Affari Economici, Ufficio sostegno alle imprese, poi alla segreteria della direzione generale per l’Africa. Successivamente è vice capo segreteria del sottosegretario di Stato con delega per l’Africa e la Cooperazione Internazionale (2004). (Tuttosport)

Il militare dell’Arma si era arruolato nel 2016 e ora apparteneva al XIII Reggimento «Friuli Venezia Giulia», con sede a Gorizia. Era andato a portare la pace ed è stato ucciso: ci stringiamo attorno alla famiglia». (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr