«No time to die»: tutto sull'Aston Martin DB5 e le altre auto del nuovo film di James Bond

Corriere della Sera CULTURA E SPETTACOLO

James Bond, l’agente segreto più famoso al mondo, la spia con licenza di uccidere creata dalla penna di Ian Fleming deve affrontare l’ultima missione.

Una sfilata di auto pazzesche. «James, il fato ci riporta ogni volta insieme».

Ma l’ultimo degli 007 con Daniel Craig protagonista - fresco di stella sulla Hollywood Walk of Fame - non è solo glamour, azione, tensione, passione, inseguimenti e spettacolari effetti speciali, ma anche una sfilata di auto pazzesche, da Aston Martin a Jaguar, passando per Land Rover, Range Rover e Maserati

No time to die, il 25° capitolo della saga, ha avuto una première royale a Londra (con tanto di Kate Middleton in versione… Goldfinger) e un’accoglienza mondiale (altrettanto) regale. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri giornali

Anzi, sottolinea il magazine, la stima più rassicurante fa innalzare la quota intorno ai 900 milioni di dollari. Cosa ne pensate di No Time to Die? (BadTaste.it)

Cosa ne pensate di No Time to Die? Il protagonista dei nuovo film della saga di James Bond ha potuto parlare del perché preferisca frequentare i gay bar al posto di quelli etero:. Li frequento da tempo. (BadTaste.it)

ha parlato con Empire di, ultimo film di James Bond arrivato nelle scorse settimane nelle nostre sale. Avete visto il James Bond di Cary Fukunaga, l’ultimo interpretato da Daniel Craig? (BadTaste.it)

Tenendo presente questo, al secondo posto troviamo La scuola cattolica con 76.958 euro, una media di 278 e un totale di 775.026 euro. Ricordiamo, però, che i dati sono in qualche modo parziali a causa di un problema tecnico del circuito The Space, che da qualche giorno non può fornire i propri dati a Cinetel. (Cineguru)

L’ha fatto in occasione della partecipazione al podcast di Bruce Bozzi, suo amico di vecchia data con cui nel 2010 era stato paparazzato in un gay bar. “Nei gay bar non c’è quell’atteggiamento aggressivo […] che c’è nei bar etero”, questa è la spiegazione, in soldoni, che il divo ha offerto a Bruce Bozzi e a tutto il suo pubblico quando l'amico gli ha chiesto di spiegare per quale motivo preferisca un gay bar a un locale per etero. (Sky Tg24 )

Sono un bel posto dove andare, c’è un’atmosfera più rilassata e sicura per svagarsi un po’. Daniel Craig. L’attore britannico, nei cinema con “No Time to Die”, spiega perché preferiva frequentare i bar gay. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr