Congo, l’ultima cena dell’ambasciatore e la pizza coi missionari «Porterò le mie figlie a trovarvi»

Congo, l’ultima cena dell’ambasciatore e la pizza coi missionari «Porterò le mie figlie a trovarvi»
Corriere della Sera INTERNO

«Elogiando la presenza capillare degli italiani in Congo ha detto che questa raggiunge l’’ultimo miglio’: mi ha colpito perché è la stessa definizione che usiamo in Avsi

L’ultima cena con l’ambasciatore Luca Attanasio «è stata una serata conviviale, come un ritrovo tra amici», racconta il giorno dopo al CorriereMiriam Ruscio, che da due anni a Goma coordina alcuni progetti congolesi della Fondazione Avsi. (Corriere della Sera)

Su altri giornali

Successivamente è vice capo segreteria del sottosegretario di Stato con delega per l’Africa e la Cooperazione Internazionale (2004). L'ultimo incarico a Kinshasa nel 2017 quando era stato nominato capo missione nella Repubblica Democratica del Congo (Tuttosport)

La comunità di Sonnino straziata dal dolore si stringe attorno alla famiglia del militare. (LaPresse) A Capocroce, all’ingresso della villetta dove vive la famiglia Iacovacci è continuo il viavai di parenti e amici. (LaPresse)

Di Maio rientra. Congo, ambasciatore italiano Attanasio e carabiniere «portati nella foresta e uccisi». Congo, si chiamava Vittorio Iacovacci il carabiniere morto nell'attacco terroristico: era di Latina. (Il Messaggero)

Chi era Vittorio Iacovacci, il carabiniere morto in Congo per difendere l’ambasciatore

“L’amministrazione comunale di Pieve di Soligo si sente vicina ai famigliari dell’ambasciatore Luca Attanasio e a quelli del carabiniere Vittorio Iacovacci vilmente trucidati nell’attentato di oggi in Congo - ha affermato il sindaco Stefano Soldan - Come segno di vicinanza è stata fatta issare la bandiera a mezz’asta nel nostro monumento ai caduti. (Qdpnews)

– Non era alla sua prima missione il Carabiniere 31enne Vittorio Iacovacci originario di Sonnino morto oggi in Congo nell’attacco costato la vita anche all’ambasciatore italiano Luca Attanasio. MEDICI – Il presidente della Provincia di Latina Carlo Medici esprime il suo profondo cordoglio per la morte del carabiniere originario di Sonnino Vittorio Iacovacci, rimasto vittima dell’attentato nella Repubblica Democratica del Congo insiemer all’ambasciatore itliano Luca Attanasio. (Lunanotizie)

Il giovane carabiniere era originario di Sonnino, piccolo centro in provincia di Latina. Il giovane carabiniere era abituato a missioni all’estero: dal suo reggimento, il XIII, provengono molti militari dell’Arma destinati alle missioni fuori dai confini (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr