Scuole in Puglia, DAD a richiesta dal 7 al 30 aprile

Scuole in Puglia, DAD a richiesta dal 7 al 30 aprile
Tecnica della Scuola INTERNO

L’ordinanza – chiarisce il governatore – “consente alle famiglie pugliesi che lo desiderano di tutelare la loro salute attraverso la libera richiesta di didattica digitale integrata“.

La Regione Puglia continua con la didattica a distanza a scelta delle famiglie.

Eventuali successive. istanze modificative della scelta già effettuata sono rimesse alla. motivata valutazione del Dirigente scolastico“

Tale scelta è esercitata una sola volta e per l’intero. (Tecnica della Scuola)

La notizia riportata su altre testate

Sulla base del numero di contagi in aumento in tutta la regione e della situazione epidemiologica, il governatore ha deciso di garantire alle famiglie il diritto di scelta, come già fatto in precedenza. (TeleRama News)

Emiliano ha spiegato, con un brevissimo post, che il provvedimento - in vigore dal 7 al 30 aprile - "consente alle famiglie pugliesi che lo desiderano di tutelare la loro salute attraverso la libera richiesta di didattica digitale integrata". (LeccePrima)

Perché a ben leggere l’ultima Ordinanza di Emiliano questo succederà al rientro dalle vacanze pasquali. La lettura delle due diverse disposizioni rende chiaro come il Presidente della Regione Puglia, in deroga a quanto previsto dall’Art. (Corriere Salentino)

Scuola, da domani in Puglia torna la didattica digitale a richiesta: la nuova ordinanza di Emiliano - Ostuni News

Scuola: in Puglia si può chiedere la didattica a distanza. Il documento precisa poi che “tale scelta è esercitata una sola volta e per l’intero periodo di vigenza delle presenti disposizioni. (Money.it)

Le istituzioni scolastiche della scuola primaria, della secondaria di primo grado,di secondo grado e CPIA devono garantire la didattica digitale integrata alle famiglie che ne facciano richiesta (StatoQuotidiano.it)

Resta inalterata la posizione del presidente della regione Puglia Michele Emiliano, che nel giorno di Pasqua ha sottoscritto l’ordinanza n. 102. Gli istituti di scuola primaria, secondaria di primo grado, secondo grado e CPIA devono garantire la didattica digitale integrata a tutti gli alunni le cui famiglie richiedano espressamente di adottarla, in luogo dell’attività in presenza. (Ostuni News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr