Coronavirus, domani scatta il “Freedom Day” e il premier britannico Johnson va in isolamento

Coronavirus, domani scatta il “Freedom Day” e il premier britannico Johnson va in isolamento
La Gazzetta di Mantova ESTERI

Johnson ha detto di «aver preso in considerazione solo brevemente l'idea di non isolarsi» dopo esser stato «pizzicato» dal sistema di tracciamento dell'Nhs, il sistema sanitario pubblico.

Alla vigilia del Freedom Day il premier britannico Boris Johnson fa marcia indietro e va in isolamento dopo il contatto con il ministro della Salute, Sajid Javid, risultato positivo al Covid.

Ecco perché sarò in autoisolamento fino al 26 luglio». (La Gazzetta di Mantova)

Su altre fonti

«Quasi sicuramente arriveranno a 100.000 casi al giorno. Il primo ministro britannico Boris Johnson ha lanciato un appello alla «prudenza» alla vigilia del venir meno di quasi tutte le restrizioni anti COVID-19 a partire da domani in Inghilterra. (Corriere del Ticino)

L’ufficio di Johnson aveva però annunciato che lui e Sunak avrebbero aderito a un programma pilota, senza isolamento e con test quotidiani. Il leader laburista, Keir Starmer, ha paragonato il governo a un “ladro che, colto in flagrante, offra di restituire la refurtiva”. (LaPresse)

Sono fiducioso che stiamo facendo la cosa giusta" ha aggiunto esortando a "tenere la mascherina nei posti affollati" e ad agire con "responsabilità". A partire dalla mezzanotte il governo di Boris Johnson ha detto addio alle restrizioni legate alla pandemia di Covid-19. (ilmessaggero.it)

Freedom Day in Gran Bretagna, ma in metro a Londra la mascherina resiste

Alla vigilia del Freedom Day il premier britannico Boris Johnson fa marcia indietro e va in isolamento dopo il contatto con il ministro della Salute, Sajid Javid, risultato positivo al Covid. (La Stampa)

Qualcun altro, sempre sui social, ha parlato di iniziativa ''criminale'' E' scattato il Freedom day in Gran Bretagna, dove sono state revocate quasi tutte le restrizioni imposte per contenere la diffusione del coronavirus, tra cui il rispetto del distanziamento sociale e l'obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi. (La Gazzetta di Mantova)

Gran parte dei londinesi si è adeguata all'obbligo voluto dal sindaco di mantenere le protezioni sui mezzi pubblici. In Inghilterra cadono quasi tutte le restrizioni anti-Covid ma il sindaco di Londra, Sadiq Kahn, va controcorrente. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr