Sconcerti sulla Serie A: “È un campionato fallito, siamo condannati alle seconde scelte”

Sconcerti sulla Serie A: “È un campionato fallito, siamo condannati alle seconde scelte”
CalcioNapoli1926.it SPORT

Il giornalista ci ha tenuto a sottolineare la crisi economica e tecnica che sta attraversando la Serie A.

Siamo condannati alle seconde scelte.

Non c’è più il presidente mecenate, oggi ci sono imprenditori che vogliono vederci chiaro e vogliono vedere direttamente loro senza dare soldi a qualcuno”

Mario Sconcerti, ai microfoni di TMW Radio, ha parlato del campionato italiano.

RESTA AGGIORNATO SUL CALCIO NAPOLI (CalcioNapoli1926.it)

La notizia riportata su altre testate

Il giornalista Mario Sconcerti ha parlato così del momento dei rossoneri sul 'Corriere della Sera' di oggi. La Juve ha tutto il diritto di perdere una stagione senza rendere conto a nessuno", ha concluso Sconcerti (Pianeta Milan)

Dybala per me il meglio lo darebbe nel campionato spagnolo, perché il gioco di quel campionato si fonda sul dribbling, come l'argentino. Sarebbe un ottimo centravanti per il Milan, per la Roma, per il Napoli, in Italia non ha limiti" (CalcioNapoli24)

Siamo un campionato fallito, con 4 miliardi di debiti. Frenano Milan e Juve, per l'Inter l'affare scudetto si avvicina. (La Lazio Siamo Noi)

Serie A, Sconcerti: "Siamo un campionato fallito, con 4 miliardi di debiti"

Quando tre giocatori decidono di violare le regole del Paese e direi a questo punto, soprattutto della squadra, vuol dire che il senso della società sta venendo meno Sembra emerso da una rovina eterna, quando anche cade normalmente sembra un sollievo. (Corriere della Sera)

Nella giornata di ieri si sono disputate le partite valevoli per la giornata numero 29 del campionato italiano di Serie A. Mario Sconcerti ha commentato quanto è accaduto: "Juventus? Ci sono state tante leggerezze, a partire dal caso Suarez, per arrivare poi alla scelta di Pirlo e agli errori sul mercato. (AreaNapoli.it)

Quando tre giocatori decidono di violare le regole del Paese e direi, a questo punto, soprattutto della squadra, vuol dire che il senso della società sta venendo meno. (ilBianconero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr