La nota della Sapa dopo il maxi disastro al polo logistico

La nota della Sapa dopo il maxi disastro al polo logistico
EdizioneCaserta INTERNO

Le fiamme si sono propagate al tetto, scatenando un incendio di vaste dimensioni anche a causa del forte vento.

Un pensiero, in particolare, ai due vigili del fuoco ricoverati in ospedale per lieve intossicazione

L’azienda conferma che l’incendio occorso ieri presso l’hub logisitico di Airola – dove sono stoccati i prodotti finiti, destinati ai clienti, con materiali al 100% riciclabili – non ha causato feriti. (EdizioneCaserta)

Su altri giornali

A cura di Ciro Pellegrino. Ieri i fumi di un grosso incendio di materiale plastico stoccato ad Airola, provincia di Benevento, hanno ammorbato mezza Campania. E che siano spazzatura o plastiche industriali ormai poco importa. (Fanpage.it)

Questa la decisione del Comune di Airola che, prima di riaprire le scuole della cittadina della Valle Caudina vuole attendere i risultati delle analisi dell'arpac. Analisi che verranno eseguite sui campioni di aria 'catturati dalle centraline fisse e da quella mobile che sono state installate da stamattina in tutta l'area interessata dall'Incendio (Ottopagine)

Domani, quindi scuole chiuse. Un dato quindi meno attendibile di quello che arriverà domani dopo i rilievi nel centro caudino, teatro del rogo (anteprima24.it)

Incendio ad Airola, ecco i primi dati 'confortanti' dall'Arpac

Si rimanda al precedente comunicato per un riepilogo delle attività svolte dall’Agenzia ambientale ieri, nelle ore immediatamente successive all’avvio dell’incendio (https://www.arpacampania.it/-/incendio-airola-bn-intervento-arpac-per-valutare-effetti-ambientali). (anteprima24.it)

Le famiglie Affinita e De Lucia e l'azienda Sapa da sempre rappresentano motivo di lustro per il Comprensorio intero nonché una risorsa occupazionale preziosa". "Come Istituzioni saremo vicini per ogni iniziativa di sinergia e di collaborazione. (Ottopagine)

Incendio ad Airola, ecco i primi dati 'confortanti' dall'Arpac A bruciare polimero polipropilene utilizzato per la produzione di componenti per l'automotive. Grazie al vento freddo da Nord che soffia ormai da due giorni ad Airola e quindi in corrispondenza del sito interessato dall'incendio, le stazioni di monitoraggio della rete regionale di qualità dell’aria registrano valori molto bassi delle concentrazioni dei vari inquinanti monitorati, senza alcun superamento dei limiti di legge. (Ottopagine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr