Manovra 2022, la fiducia al Senato: dall’Irpef al bonus tv, tutte le novità

LeggiOggi.it - Tutto su fisco, welfare, pensioni, lavoro e concorsi INTERNO

Vediamo quindi tutte le novità inserite nella Manovra 2022 dopo l’approvazione del maxi-emendamento al Senato.

Manovra 2022: rifinanziamento bonus tv. Altri 68 milioni di euro verranno stanziati nel 2022 per il rifinanziamento del bonus tv e decoder, la misura volta a incentivare l’acquisto di nuove apparecchiature compatibili con il Nuovo digitale terrestre.

Questo servirà a evitare che i contribuenti in questa fascia di reddito si ritrovino brutte sorprese con le novità introdotte e con l’addio al bonus. (LeggiOggi.it - Tutto su fisco, welfare, pensioni, lavoro e concorsi)

Su altre fonti

Sempre sul fronte sociale, la manovra destina oltre un po' meno di un miliardo al rifinanziamento del reddito di cittadinanza, i cui meccanismi di funzionamento saranno però in parte modificati. (ilmessaggero.it)

Se entro il 16 di quel mese le società non avranno i conti apposto rischieranno penalizzazioni in classifica e multe. Secondo quanto riportato da Il Fatto Quotidiano la Serie A non verserà tasse o contributi per i primi quattro mesi del 2022. (Calcio In Pillole)

E come spenderà i soldi il Governo nel 2022? Non più con un approccio emergenziale, però: la Legge di Bilancio 2022 mira a cambiare soprattutto l’assetto del fisco per alleggerire imprenditori e famiglie dal carico delle tasse. (Money.it)

Legge di Bilancio 2022: ecco il testo approvato dall’Aula del Senato, dopo il via libera agli emendamenti da parte della Commissione di Bilancio. Dal taglio di Irpef e Irap alla rateizzazione delle bollette. (lentepubblica.it)

Trentadue miliardi di risorse in un testo dal chiaro segno espansivo: la legge di Bilancio introduce il primo tassello della riforma fiscale agendo su Irpef ed Irap, mette 3,8 miliardi sul piatto per affrontare i rincari delle bollette (ma già il premier ha dato la disponibilità a fare di più), estende i bonus per la casa (e in questo il parlamento ha operato eliminando i paletti che il governo avrebbe voluto) (La Repubblica)

A rallentare i tempi le necessarie verifiche sulle coperture da parte della Ragioneria sulle tante novità introdotte. In tutto la manovra vale 32 miliardi: nuova Irpef, pensioni, fondo taglia-bollette, rifinanziamento del reddito di cittadinanza e ritocchi a bonus e superbonus e riforma degli ammortizzatori sono gli assi portanti (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr