Incendio Airola, verifiche in corso: qualità aria, valori bassi su concentrazione inquinanti

NTR24 INTERNO

Nel corso della serata e della giornata di domani la ventilazione andrà incontro ad una progressiva attenuazione, disponendosi dai quadranti settentrionali, con condizioni che saranno meno favorevoli alla dispersione degli inquinanti.

Attraverso la documentazione tecnica relativa al sito colpito dalle fiamme, si è appurato che il materiale soggetto all’incendio è composto prevalentemente dal polimero polipropilene, utilizzato in un altro sito per la produzione di componenti per il settore automotive. (NTR24)

Su altri giornali

Il Comune di Airola ha attivato il Centro Operativo Comunale che continuerà a monitorare la situazione e a fornire ogni utile supporto alla popolazione A scopo precauzionale, nel corso dell’evento di ieri pomeriggio “è stato suggerito ai sindaci dei comuni viciniori di adottare ogni utile iniziativa per limitare la circolazione delle persone. (Ottopagine)

E che siano spazzatura o plastiche industriali ormai poco importa. È sostenibile per un territorio già così provato come quello della Campania, incassare disastri del genere senza almeno porsi il problema? (Fanpage.it)

L’auspicio è che l’azienda possa ripartire quanto prima, a pieno ritmo, con la produzione che assicura lavoro e sussistenza a tanti lavoratori e le loro famiglie ” (Fremondoweb)

Tale ventilazione, per lo più forte, continuerà anche nella giornata di oggi contribuendo a disperdere eventuali sostanze inquinanti ancora presenti nell’aria ambiente. (anteprima24.it)

In riferimento al territorio complessivo interessato dall’evento, il quadro meteorologico continua ad essere caratterizzato da una sostenuta ventilazione di grecale che favorisce la dispersione delle sostanze inquinanti. (Ottopagine)

Si rimanda al sito dell’Agenzia per le precedenti comunicazioni sulle attività in corso (https://www.arpacampania.it/-/incendio-airola-bn-intervento-arpac-per-valutare-effetti-ambientali) e per i prossimi aggiornamenti Ciò permetterà di valutare lo stato della qualità dell’aria nel periodo successivo all’incendio. (l'eco di caserta)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr