Detrazioni affitto 2020: pagamento in contanti, si può scaricare?

Detrazioni affitto 2020: pagamento in contanti, si può scaricare?
Termometro Politico Termometro Politico (Economia)

È possibile scaricare le spese dell’affitto dell’immobile in cui si vive se si paga in contanti o bisogna obbligatoriamente utilizzare un metodo di pagamento tracciabile, come ad esempio può esserlo un bonifico?

Assegno in contanti: come si incassa, importo massimo e tracciabilità.

Su altri media

Famiglie italiane e pressione fiscale: ecco come stanno le cose. Dallo studio di “Dla Piper” emerge che sulle famiglie italiane grava il fisco più pesante d’Europa. Per questo motivo il focus delle recenti, ma anche delle future manovre si sta concentrando sempre più verso un alleggerimento del carico fiscale per questa classe di contribuenti. (InvestireOggi.it)

Un riassetto che ha come obiettivo principale il calo dell'Irpef, ma che andrà in qualche misura a toccare anche l'imposta sui consumi. Il ministro Gualtieri resta comunque molto prudente sul fronte del reperimento delle risorse finanziarie e continua a ripetere che una parte sostanziale di queste dovrà venire da ulteriori misure per incidere sull'evasione. (Il Messaggero)

Ma resta possibile anche intervenire di nuovo quando il decreto Milleproroghe, la prossima settimana, arriverà in Aula. Ma la proposta di modifica non è stata formalmente depositata nelle commissioni che hanno esaminato il testo. (Corriere della Sera)

Per questo motivo il focus delle recenti, ma anche delle future manovre si sta concentrando sempre più verso un alleggerimento del carico fiscale per questa classe di contribuenti. Famiglie italiane e pressione fiscale: ecco come stanno le cose. (Gooruf)

Ricordiamo che il primo decreto sulla prossima riforma Irpef non dovrebbe vedere la luce prima di fine aprile. Inoltre, per quanto riguarda le clausole di salvaguardia Iva, che potrebbero scattare dal 2021, dice: “Pensiamo di disattivare le clausole anche il prossimo anno, che abbiamo già ridotto. (InvestireOggi.it)

Sarebbe saltato nelle ultime ore la moratoria dell’obbligo di pagamenti tracciabili, quelli cioè effettuati con bancomat e carte di credito, fissato al primo gennaio per tutti gli acquisti che possono beneficiare delle detrazioni fiscali al 19% dalla dichiarazione dei redditi. (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti