Protesta ristoratori a Montecitorio, spunta anche un “vichingo” come a Capitol Hill: “Io…

Protesta ristoratori a Montecitorio, spunta anche un “vichingo” come a Capitol Hill: “Io…
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Tra i ristoratori in protesta a Montecitorio per chiedere al governo di poter riaprire, c’è anche un “ vichingo ” vestito come Jake Angeli , l’uomo che prese parte all’assalto a Capitol Hill il 6 gennaio scorso, diventando uno dei simboli di quanto accaduto. L’uomo è un ristoratore di Modena che, parlando con i giornalisti sul posto, racconta di aver partecipato alla manifestazione “Io Apro” del 15 gennaio scorso e che da allora è rimasto aperto. (Il Fatto Quotidiano)

La notizia riportata su altri media

APPROFONDIMENTI ROMA Riaperture, scontri alla Camera tra ristoratori e polizia: ferito un. PROTESTA RISTORATORI Roma, migliaia di ristoratori, in piazza Montecitorio per chiedere di. (ilmessaggero.it)

Lo stesso Hermes è uno dei ristoratori che avevano promosso l’iniziativa #IoApro, partita come una boutade e proseguita con l’organizzazione di cene illegali in violazione dei Dpcm. Non saranno due corna a farli valere, ma solo a distrarre tutti da un problema. (Open)

Le forze dell'ordine sono riuscite a contenere e bloccare i manifestanti, che volevano sfondare le transenne che delimitano e proteggono tutta l'area antistante Montecitorio. La situazione più grave, però, si è registrata a Roma dove ci sono stati tafferugli in piazza Montecitorio. (IL GIORNO)

Campania, protesta di imprenditori e artigiani ‘crocifissi’ dalla crisi: “Vogliamo lavorare”

Tensione davanti al Parlamento. Manifestazioni a Torino, Milano, Roma, nel Casertano (bloccata la A1) e a Bari. A Torino mercatali davanti al tribunale: "In Italia non c'è giustizia". Un gruppo di mercatali di Torino, facenti parte del Goia, questa mattina si è ritrovato davanti al tribunale per parlare della manifestazione che si terrà domani. (Rai News)

Davanti alla Camera la situazione più delicata, con incidenti tra polizia e le diverse centinaia di manifestanti. “Buffoni” e “libertà” le urla partite dalla piazza, dove i manifestanti hanno sfondato le transenne, venendo respinti dalle forze dell’ordine. (Il Fatto Quotidiano)

“Vogliamo lavorare e riaprire le nostre attività, non chiediamo elemosina dal governo” Manifestazione in piazza Plebiscito: "Non chiediamo elemosina al governo". (LaPresse) Quindici croci di cartone portate in piazza del Plebiscito a simboleggiare le difficoltà che gravano sulla categoria degli imprenditori e degli artigiani. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr