NBA, Stephen A. Smith “I Grizzlies sono una minaccia”

NBA, Stephen A. Smith “I Grizzlies sono una minaccia”
Dunkest SPORT

In particolare, recentemente a scusarsi con la squadra del Tennessee è stato l’analista ESPN Stephen A. Smith, il quale ha affermato di non aver creduto sin dall’inizio in loro.

L’analista ESPN Stephen A. Smith ha elogiato i Memphis Grizzlies e si è scusato per non avergli dato troppa fiducia sin da subito. Ja Morant si sta confermando come uno dei migliori playmaker della Lega ed uno dei volti futuri della NBA ed i suoi Memphis Grizzlies stanno giocando una stagione incredibile sopra ogni rosea aspettativa. (Dunkest)

Se ne è parlato anche su altre testate

Decisivo il 17-0 di parziale arrivato nel terzo quarto che toglie i Pistons dalla gara Non bastano a Toronto i 25 punti di Anunoby, i 22 di Siakam e i 21 di VanVleet: Suns che si confermano primi ad Ovest, con Toronto che invece vede interrompersi la striscia di sei vittorie di fila. (Tuttosport)

Alla sirena finale sono 35 complessivi con 6/13 dall’arco e 4 rimbalzi, a cui si aggiungono i 27 e 12 rimbalzi di Deandre Ayton e i 12 con 9 assist di Chris Paul: “Sono pagato per fare canestro, ma non ci riuscirei senza gli assist di CP3 e i blocchi di Deandre: lui ha dominato in area nel primo tempo (21 punti) e così ha aperto spazio a me nella ripresa”, racconta Booker - 5° tra le guardie a Ovest nella corsa all’ASG. (Sky Sport)

La nostra diretta ti offre aggiornamenti minuto per minuto e dettagli sui momenti più importanti. Fai il tuo pronostico: chi vincerà tra Memphis Grizzlies e Dallas Mavericks? (Eurosport.it)

Nba: Golden State asfalta Chicago, Doncic ferma la corsa di Memphis

Danilo Gallinari segna 18 punti ma Atlanta perde comunque 124-118 a Miami, mentre dopo undici vittorie di fila si ferma Memphis, battuta 112-85 in casa da Dallas. Numeri che oscurano il trio di Charlotte composto da LaMelo Ball (23), Bridges (20) e Rozier (19), con anche Hayward (18) e Plumlee, in doppia doppia con 10 punti e 10 rimbalzi, ad illudere gli Hornets. (Sport Mediaset)

Stavolta la partita è equilibrata, Memphis, ancora senza Jenkins, con Darko Rajakovic da interim coach, allunga nel terzo periodo e “tiene in volata”. ), Jokic 20, Gordon 19 (La Gazzetta dello Sport)

Gli Hawks (17-24) si arrendono in casa dei Miami Heat (27-15) 124-118 con Herro (24) e Butler (23) a farla da padroni. A spaccare in due il match il parziale pesantissimo di 28-2 del primo quarto. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr