Vaccini, accordo con medici di base. Locatelli: 'Per fine marzo 13 milioni di dosi all'Italia'

Vaccini, accordo con medici di base. Locatelli: 'Per fine marzo 13 milioni di dosi all'Italia'
TG La7 SALUTE

cronaca. Per il presidente del Css "i ritardi sono un problema europeo".

La campagna vaccinale in Italia si muove spedita sul fronte del reperimento di spazi e organizzazione medica ma frena su quello delle somministrazioni

(TG La7)

Se ne è parlato anche su altri giornali

“Il supporto dei medici di famiglia risulterà determinante per vincere la corsa contro il tempo nell’attività di vaccinazione della popolazione italiana. (larampa.it)

Già tutto previsto per l’individuazione di spazi esterni agli studi dei medici di famiglia. 22 FEB - Gentile Direttore,. in riferimento alle dichiarazioni rese a mezzo stampa dal Presidente dell'Ordine di Trento, dr. (Quotidiano Sanità)

Prosegue intanto la campagna vaccinale degli over 85. L’Ausl provvederà alla consegna del vaccino ai medici di medicina generale ed invierà una nota informativa ai dirigenti scolastici per promuovere fra il personale l’adesione alla vaccinazione (il Resto del Carlino)

Sì a medici di famiglia in campagna vaccinazione Covid

Sul tavolo i modi di realizzazione:presso gli studi medici a seconda dei vaccini da impiegare c’è la necessità di appositi frigo e personale amministrativo ed infiermeristico Pertanto, l’assegnazione ai mmg delle vaccinazioni anti Covid-19 rende necessario un finanziamento aggiuntivo ad integrazione del fondo sanitario nazionale. (Irpinia TV)

Leggi su ilmessaggero (Di lunedì 22 febbraio 2021) Quarantamiladi famiglia in campo per somministrare il vaccino AstraZeneca agli under 65, male rigide limitazioni della successione delle classi di età che potrebbero rallentare. (Zazoom Blog)

"Il recepimento dell'Accordo - spiega una nota della Regione - consentirà, a partire dall'esperienza maturata dai medici di medicina generale nell'attività di somministrazione dei vaccini, una efficace diffusione capillare sul territorio regionale e una maggiore partecipazione dei cittadini al programma vaccinale grazie al rapporto di fiducia che lega i medici di assistenza primaria ai loro assistiti" Lo prevede un accordo integrativo che oggi è stato recepito dalla Giunta regionale. (Valledaostaglocal.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr