Addio a Mundell, il premio Nobel padre dell'euro

Addio a Mundell, il premio Nobel padre dell'euro
Per saperne di più:
Milano Finanza INTERNO

Questa scoperta gli è valsa, per l'appunto, il massimo riconoscimento mondiale in campo economico alla fine del secolo.

Nato nel 1932 a Kingston, in Ontario, Mundell ha ottenuto il premio Nobel nel 1999, e viene riconosciuto come uno dei massimi teorici dell'Unione Europea, nonché architetto della moneta unica.

Morto a 88 nella sua villa di Santa Colomba a Monteriggioni, in provincia di Siena, l'economista canadese Robert Alexander Mundell (Milano Finanza)

Ne parlano anche altri giornali

Nel 1970 Mundell è stato consulente del Comitato monetario della Commissione europea monetaria e tra il 1972 e il 1973 ha fatto parte del Gruppo dei Nove per l'Unione economica e monetaria in Europa. (LA NAZIONE)

Membro dell’Accademia di scienze politiche, dell’American Economic Association, dell’Econometric Society e della Canadian Economic Association, ha preso parte a numerose commissioni governative degli Usa in America Latina e Africa Teorizzò il concetto di aree valutarie ottimali e la loro convenienza dal punto di vista degli scambi e della facilità nel movimento dei fattori produttivi, in un paper pubblicato sulla American Economic Association nel settembre 1961. (Corriere della Sera)

Mundell è stato sposato con Barbara Sheff dal 1957 al 1972. Negli ultimi trent'anni la coppia ha vissuto tra l'appartamento di New York e la villa rinascimentale vicino a Siena (La Repubblica Firenze.it)

Il Presidente Draghi ricorda il Premio Nobel Mundell

Nel 1999 vinse il Nobel per l'economia. Il suo pensiero è ritenuto dagli esperti fondamentale per la nascita della moneta unica europea, in vigore dal 1 Gennaio 2002. (Toscana Media News)

La carriera di Robert Mundell. Nato a Kingston, nell'Ontario, il 24 ottobre 1932, dopo la laurea in economia all'Università di Washinghton, Mundell ha ottenuto il Phd al Massachusetts Institute of Tecnology di Boston e si è ulteriormente specializzato alla London School of Economics. (ilmessaggero.it)

Con tristezza ho appreso della morte di Robert Mundell, il più geniale e influente economista internazionale della sua generazione. Profondamente legato all’Italia, dove trascorse parte degli ultimi quarant’anni, seguì con attenzione l’introduzione della moneta unica e i suoi sviluppi successivi con analisi brevi ma intuitive, realistiche e soprattutto lungimiranti. (Governo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr