Costo energia, Cingolani: «Paghiamo scelte del passato. Sindrome Nimby ci rallenta»

Il Messaggero INTERNO

Così il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, nella sua risposta, durante il question time in aula alla Camera.

Nel 2000 consumavamo 71 miliardi di metri cubi di gas e ne producevamo 16,8 nostri, dai nostri giacimenti; c'è stato poi il picco di 86 miliardi di consumo totale di gas nel 2005; nel 2020 siamo scesi a 70 miliardi, quindi come nell'anno 2000, con la differenza però che ne produciamo 3 di miliardi». (Il Messaggero)

Ne parlano anche altre fonti

Tagli per 10 miliardi all’anno. Ammonterebbe a quasi dieci miliardi di euro all'anno il piano di tagli strutturali ai costi dell'energia allo studio del Governo, che secondo le indiscrezioni dell’ANSA si unirebbe a un raddoppio della produzione nazionale di metano. (The Italian Times)

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it Lo ha detto Angelo Bonelli dei Verdi in una dichiarazione. (Il Giornale d'Italia)

In prima linea anche le proposte del ministero dello Sviluppo Economico Giorgetti di limitare i rincari con una parte delle riserve strategiche di gas Ma un’alternativa, proposta dal ministro della Transizione Ecologica Cingolani, è quella di tassare gli extra-profitti delle società energetiche, che ovviamente non sono d’accordo. (Tiburno.tv)

Aumento bollette: cosa emerge dal vertice. Secondo diverse indiscrezioni le misure pensate dagli esperti potrebbero giungere già oggi, 20 gennaio, sul tavolo del Consiglio dei ministri (Il Giornale d'Italia)

Da questo punto di vista, l’obiettivo del governo è quello di definire un piano di lungo termine per arrivare ad un taglio strutturale di almeno dieci miliardi di euro l’anno (Irpinia TV)

“È auspicabile l’apertura di un tavolo anche a Palazzo Chigi – aggiunge – Famiglie, artigiani e imprese hanno bisogno di risposte rapide”. In serata le possibili misure in serata sono ancora al vaglio dei tecnici. (Calabria 7)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr