Question Time, Boldrini (Pd) a iNews24: “Le parole di Giorgia Meloni infangano le istituzioni”

Question Time, Boldrini (Pd) a iNews24: “Le parole di Giorgia Meloni infangano le istituzioni”
Inews24 INTERNO

La deputata del Partito Democratico, Laura Boldrini, non usa mezzi termini per definire le parole della Leader di Fdi che nel Question time di oggi aveva parlato di strategia della tensione per attaccare la ministra Lamorgese: “Dichiarazioni inaccettabili di cui mi auguro si assumerà la responsabilità”.

“Condannare il neofascismo e firmare la mozione per lo scioglimento di Forza Nuova.

“Personalmente ho trovato queste affermazioni gravissime, così come in generale è stato inaccettabile il modo in cui si è espressa Giorgia Meloni nell’aula di Montecitorio. (Inews24)

Su altre testate

Il 19 ottobre la ministra è attesa in parlamento per riferire sugli scontri di sabato scorso, ma intanto ieri è intervenuta al question time della (Il Manifesto)

E ancora: "Fino a ieri potevamo pensare che era frutto della sua incapacità, invece lei dice che quello che è accaduto sabato è stato volutamente permesso. Risposta che ha ricevuto in Aula la replica di Meloni: "Questa risposta è offensiva, offensiva delle forze dell'ordine, perché le immagini dei sette agenti lasciati a prendere le bastonate davanti alla Cgil è indegna. (Fanpage.it)

Io sono colpito e preoccupato dalla leggerezza di queste parole - rincara De Angelis -. FdI, la rivolta travolge Gad Lerner: "Toccato il fondo", che vergogna contro Giorgia Meloni. "La strategia della tensione? (Liberoquotidiano.it)

Giorgia Meloni e la sua fantasiosa idea di "regime" | VIDEO

Così Giorgia Meloni, presidente di Fdi, risponde alla ministra dell'Interno Luciana Lamorgese nell'aula di Montecitorio sulle violenze di sabato a Roma. E' stato un calcolo, siamo tornati agli anni più bui, alla strategia della tensione. (Today.it)

Il Viminale corre ai ripari dopo i disordini e le violenze di sabato scorso. Il clima si fa sempre più teso, motivo per cui il governo comincia a temere che possano verificarsi criticità sul piano dell'ordine pubblico. (ilGiornale.it)

Un assist per la propaganda di Giorgia Meloni che si è lasciata andare in un attacco feroce alla sinistra e al governo: “Ciò che assomiglia più a un regime siete voi”. Una strana concezione visto che il termine stesso “regime” – visto in chiave storico-politica – etichetta un atteggiamento di un governo alquanto censorio e che non permette critiche in forma pubblica e privata. (neXt Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr