Mad Max, le auto del film all’asta in Bitcoin

Cryptonomist ECONOMIA

Un metodo un po’ crudele che sicuramente prende ispirazione dalle logiche della serie di film Mad Max.

L’asta con pagamenti in criptovalute. In tutto ci sono 13 veicoli all’asta: dalla massiccia autocisterna War Rig, alla coupé XB Ford Falcon modificata del 1973 chiamata Razor Cola o, ancora, alla versione hot rod di una coupé Chevrolet del 1932.

Le auto utilizzate in Mad Max. Il film, diretto da George Miller, è diventato famoso anche per alcune delle sequenze di acrobazie a motore più spettacolari mai girate fino a quel momento. (Cryptonomist)

Ne parlano anche altre testate

Proofpoint in breve. Proofpoint è una delle aziende americane leader nel settore della cyber sicurezza e della conformità normativa. Tesla fa marcia indietro (ancora una volta): accetterà i Bitcoin. (Android Italy)

The Bitcoin ETF will create fireworks just like the Gold ETF did for gold. Il paragone di Pompliano: l’ETF su Bitcoin come l’ETF sull’oro. . Il primo ETF sull’oro risulta invece essere quello lanciato da Gold Bullion Securities nel 2003 sull’Australian Securities Exchange. (Cryptonomist)

I target di questo raggiro è solitamente costituito da utenti tecnologicamente esperti e che conoscono il mercato delle monete digitali. La frode è di tipo Advance Fee Fraud e arriva direttamente nelle nostre caselle di posta elettronica. (Android Italy)

Ottimo intermediario anche grazie al CopyTrader per copiare i top e i CopyPortfolios per investimenti diversificati sulle cripto. (Criptovaluta.it)

In particolare, non vuole essere preso per un promotore di criptovalute, ma vuole svelare i motivi che lo spingono ad acquistarle Inoltre ha affermato di voler rendere trasparente questo portafoglio perchè avendo milioni di follower vuole che sappiano su quali criptovalute è esposto. (Cryptonomist)

La mossa rappresenta la prima espansione dei servizi crypto di PayPal al di fuori degli Stati Uniti. Il lancio crypto di PayPal nel Regno Unito è una “boccata d’aria fresca,” secondo Gregory Klumov, CEO della società di tokenizzazione Stasis (Cointelegraph Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr