Luca Zaia: “L’Europa s’è mossa male, inevitabile che i territori ora si organizzino da soli”

Luca Zaia: “L’Europa s’è mossa male, inevitabile che i territori ora si organizzino da soli”
La Stampa SALUTE

Lei si è trovato di fronte alla possibilità di acquistare vaccini sul mercato attraverso degli intermediari ma non può comprarli.

«Non lo dico come sfida ma è inevitabile che con una regia debole un territorio occupi gli spazi lasciati liberi.

Quando la regia nazionale o sovranazionale è debole, diventa inevitabile che territori si organizzino da soli».

Il 12 di febbraio su mia richiesta il direttore della sanità del Veneto ha segnalato la nostra attività ai Nas»

Il presidente del Veneto Luca Zaia comincia a puntualizzare che non è più possibile aspettare. (La Stampa)

Su altri media

Sale così a 325.789 il numero dei casi totali, mentre per quanto riguarda le vittime sono 9.701 dall'inizio della pandemia. Gli attualmente positivi sono 21.787, inclusi 100 pazienti in terapia intensiva e 772 in area non critica. (Adnkronos)

Colpisce la proposta di realizzare l’asse autostradale Nogara - Mare adriatico per 2 miliardi di euro, ma con priorità 2, tanto che certamente non sarà realizzata. Sebbene sia priorità 2, quindi, non passa, va detto che si tratta di un favore al concessionario autostradale A/22. (VeronaSera)

Se invece il Veneto dovesse ricevere dal governo l’autorizzazione all’acquisto di dosi extra Ue, siamo disposti a partecipare all’operazione» Da parte sua AstraZeneca ha depositato un esposto «al fine di denunciare ogni tentativo di assicurare forniture al di fuori dei canali governativi ufficiali». (Corriere della Sera)

Coronavirus, aumentano i positivi ma ricoveri ancora in discesa

Personalmente, ho chiesto che ci siano linee chiare, parametri chiari, e che soprattutto ci sia un riferimento scientifico unico a livello nazionale. fattoquotidiano : LA FRASE DEL GIORNO Da Roma all’Umbria fino al Veneto: tre Procure indagano sugli “spacciatori” di vaccini (Zazoom Blog)

Nelle 24 ore i positivi sono 1244 e i decessi 21. Lo rileva il bollettino della Regione Veneto delle ore 8 del 20 febbraio. (Il Gazzettino)

Nei nosocomi veneti, come si diceva, diminuiscono i pazienti ricoverati mentre in area non critica che restano stabili quelli terapia intensiva. I contagi attuali nel vicentino salgono a 5297, 59 in più rispetto a ieri, mentre i nuovi positivi registrati nelle ultime ore sono 119 (VicenzaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr